logo

Rivista di fisica, didattica della fisica, storia della fisica, fisica e filosofia,
problemi della scuola, ambiente, fede e ragione, varia umanità

di Roberto Renzetti

 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora! Attenzione: per inviare commenti agli articoli e notizie in SpazioAperto è necessario registrarsi
 8 per mille:
 Menù principale
Home

Archivio mensile editoriali

Rubriche SpazioAmici

Chi sono

Contattami

FAQs

 

La rivista elettronica FISICAMENTE è nata per raccogliere la trascrizione degli oltre cento articoli da me scritti e pubblicati nell’ambito della mia attività di docente e ricercatore. A questi lavori ne aggiungerò via via degli altri che scriverò, quelli di vari collaboratori ed altri che riterrò di interesse.

FISICAMENTE è aperta ad ogni collaborazione sui temi trattati. Chi vorrà potrà inviarmi i suoi lavori che saranno valutati per l’eventuale pubblicazione che avverrà comunque sotto la completa responsabilità degli autori senza che essa impegni in alcun modo la rivista. Una sola e semplice avvertenza: quanto qui riportato non è soggetto a diritti d’autore ma non è utilizzabile a fini commerciali. Si richiede a chi usi queste pagine la sola cortesia di citarne la fonte:

www.fisicamente.net

 Roberto Renzetti

PS. Non inviate quesiti e problemi di fisica da risolvere così come l’elaborazione di nuove ed importanti teorie non altrove comprese. Non sono in grado di risolvere problemi o giudicare teorie.

VAI ALLA POLICY


Impresentabili : GIOCANO CON LA DEMOCRAZIA. E NOI ZITTI ?
Inviato da R il 19/3/2016 18:23:42 (642 letture)

RIASSUMIAMO

Un bullo catto liberista di Rignano sull’Arno ha preso il potere con la complicità di Napolitano che ha dietro la massoneria internazionale, la lobby ebraica, la finanza internazionale, i petrolieri. Lo scopo, grosso modo, è quello di rendere l’Italia un giocattolo utile a fare profitti, a trasferire ogni suo bene all’estero (l'ultimo è TELECOM), a fornire mano d’opera qualificata a basso prezzo senza il pericolo di doversela poi tenere fino alla pensione.
Il bulletto, accompagnato dalla fida Claretta e da un manipolo di balordi, ha iniziato con metodo e sprezzo di ogni comportamento almeno limpido. Fa quello che vuole quando vuole senza scrupoli e, quel che è peggio, senza che nessuno lo ostacoli.
Vero che Bersani non ha vinto le elezioni e la cosa discende dall’anima nera della Repubblica, il comunista (mamma mia!) Napolitano. Perché Napolitano ha manovrato a piacere alla Presidenza della Repubblica. Già a novembre del 2010 il massone Napolitano, dopo che Fini si era staccato dalla maggioranza di Berlusconi, dette un mese di tempo a quest’ultimo perché potesse fare la compravendita di deputati e senatori, dopo la quale riuscì a rabberciare una maggioranza (ricordate Scilipoti e Razzi, tra gli altri?).

Bersani non strillò, come avrebbe potuto e dovuto, per andare alle elezioni SUBITO e Berlusconi riuscì ad andare avanti in agonia (per noi) durata un altro anno.
Poi Napolitano impose quella grande testa di (di che?) Monti alla Presidenza del Consiglio e Bersani si fece coinvolgere a votare la grande testa di … Poi finalmente si andò alle elezioni, dopo che Napolitano aveva castrato Bersani, quindi il PD, quindi la possibilità di vittoria alle elezioni 2013, quindi tutti noi.
Queste elezioni, fatte con una legge elettorale (il Porcellum) che la Corte Costituzionale ha definito contraria alla Costituzione, sono all’origine della nascita politica del bulletto di Rignano. Napolitano ebbe ancora la possibilità di imporre il suo volere, prima non dando l’incarico a Bersani ma a Letta, poi a toglierlo a Letta per darlo al fido servo di tutto ciò che abbiamo detto prima (ogni potere forte, occulto ed antidemocratico). Il bulletto ottenne la maggioranza con i voti che comunque aveva preso Bersani con un suo programma (radicalmente opposto alle azioni di Renzi) ed iniziò ad annunciare (annunci sempre e solo annunci di colossali bufale). Una cosa la fece subito per assicurarsi un consenso, questo sì, populista. Quegli 80 euro dati a chi non ne aveva particolare bisogno, rispetto a molti pensionati al limite della sopravvivenza, 80 euro che complessivamente costano 10 miliardi ogni anno, questo esborso è servito per fargli avere un grande consenso alle europee del 2014 e per far credere che le promesse le rispettava. Gli serviva e fu bravo a far credere che dopo questa fulminea decisione ne sarebbero venute altre che, come suo solito, annunciò E BASTA. Le promesse invece restarono tali ma Renzi poté sbandierare il suo grande consenso che in realtà non aveva e non ha. Vediamo.
Le uniche elezionei che Renzi ha vinto sono state le primarie di una organizzazione privata chiamata PD. Per la prima volta Renzi chiese, e lo sciocco Bersani concesse, le primarie aperte a chiunque, anche a chi non fosse iscritto al PD. Su 2 milioni ed Ottocentomila votanti Renzi raccolse circa il 68% dei voti pari a circa 1 milione e Novecentomila voti. La fiducia al Parlamento gliel’hanno data i parlamentari nominati con il Porcellum e con accordi sottobanco con Berlusconi ed amichetti impresentabili di destra.
Dalle europee del 2014 è iniziata una sarabanda di PD al 41%. Tutti i piddini, convertitisi al verbo del bulletto, hanno ripetuto milioni di volte questo mantra tanto che i miei concittadini ci hanno creduto.
Con questo trucco si è accreditato per poter fare stragi di democrazia. Ricordo solo il peggio: Il jobs act con l’abrogazione dell’articolo 18, la buona scuola che più merdaccia non si può, e tutta una serie di provvedimenti a favore di banche e banchieri compresi quelli della famiglia di Claretta. Poi i colpi più grossi: la Schiforma della Costituzione ed il Superporcellum (chiamato italicum). Con tutto ciò l’Italia è diventata un Paese con una democrazia sparita, terra di conquista per chi vuole. La nostra produzione economica se ne è in gran parte andata via (delocalizzazioni) a seguito di burocrazia e tasse. Altri furbetti guadagnano qui e pagano le tasse o in Olanda o a Londra. Le tasse sono mortifere solo per la povera gente (ormai quasi tutta). Se si pensa che la tassazione media delle pensioni in Europa è dell’11% ed in Italia del 22% ci si rende conto chi si vuole colpire. Con i ricchi scoperti ad evadere si fa il concordato che riduce vertiginosamente il dovuto, ad una persona normale arriva la lettera di equitalia e si paga tutto fino al raddoppio ed oltre di quanto dovuto (l’usura di Stato che con il pizzo si può ridurre).
Ora guardiamoci intorno. Tutti hanno preso coscienza della corruzione dilaga e cresce fino a sommergerci. Dire corruzione significa dire servizi che non funzionano per i cittadini perché le risorse vanno nelle tasche di pochi figli di gran puttana. Ma poi la burocrazia cresce perché per avere qualcosa che ti spetta in un qualche ufficio devi fare lunghe file che annunciano la possibile corruzione.
Tra i servizi che non funzionano vi è la sanità che sta diventando una vera macelleria di umani sia economicamente sia dal punto di vista sanitario. Si attendono tempi impossibili per avere visite a volte molto urgenti. Si paga il ticket per tutto, anche per espirare cosicché per una affezione semplice di ticket in ticket, di medicina in medicina si spendono molte centinaia di euro. Ho detto medicine perché quella donnetta infame, una coatta romana, tal Lorenzin, che è cattolica perché crede ai miracoli (ad esempio al fatto che sia ministro della sanità), ebbene costei ha tolto dalla fascia del quasi gratuito una quantità enorme di medicinali. Ciò vuol dire che solo per una tosse ed un raffreddore, tra sciroppi e pastiglie per la gola si spendono allegramente almeno 100 euro.
Sono solo alcune piccole osservazioni che però ammazzano la gente che non sa come difendersi. Chi non crede a quanto dico vada in una sala di aspetto di un ospedale o clinica o ciò che volete. Pieno zeppo per fare la fila per il ticket e per avere appuntamenti alle calende (anche oltre un anno).
Cosa possono fare i cittadini? NULLA. Dentro il PD vi è una minoranza che fa PENA. Sta facendo perdere ogni fiducia a chi, comunque sperava che si muovesse e strillasse fino alle estreme conseguenze. Capisco il non volersene andare ma non capisco perché non si vota contro quanto non si è d’accordo. Se cade il governo sarebbe la soluzione di molti problemi (non si può seguire per molti anni senza un Presidente del consiglio eletto da noi poveri scemi).
Il Movimento 5 stelle se freudianamente non ammazza il padre (i padri) non mi dà fiducia. Ripenso alle sciocchezze fatte, ad esempio, a Quarto e, soprattutto, sulle Unioni civili e mi viene da piangere. Qui ci sono milioni di voti che sembra non vogliano agire politicamente per andare a governare (in Italia senza un apolitica delle alleanze non si può fare nulla).
SEL è in stato confusionale perché in alcune zone e città governa con i banditi piddini.
Occorre che noi ci si organizzi e, come ho più volte detto, occorre che mandiamo a quel paese tutti i sinistri con vocazione leaderistica e quelli che non rinunciano ad essere dei leader per fare, invece, una coalizione di sinistra. I partitini tipo Rifondazione (per non parlare del matto Marco Rizzo) non servono a nessuno.
Abbiamo avuto momenti importanti guidati da associazioni nate a per scopi specifici. Abbiamo vinto con 26 milioni di voti il Referendum del 2011 che imponeva l’acqua pubblica (capito figli di puttana?) e i fascisti al potere che sono refrattari al voto stanno varando una legge che riprivatizza l’acqua. Possono anche riuscirci perché possono fare perno sul fatto, organizzato da Monti, Letta e Renzi che ha visto le bollette dell’acqua salire a cifre folli dopo la vittoria dell’acqua pubblica.
Ed è di questi giorni ancora la voglia di non far decidere i cittadini. Il Referendum contro le trivelle in Adriatico, richiesto da 9 Regioni (di cui 7 piddine) non piace ai democratici renzisti e, come Craxi e Ruini, dicono agli italiani di non andare a votare (questa cosa è stata decisa in segreto senza nessuna discussione nel partito dove alligna come una blatta tal Serrachiani che nel 2010 sfilava a Monopoli in provincia di Bari contro le trivelle). Veri macellai della democrazia per il sostegno ai petrolieri, grandi amici del bulletto.
Sarebbe possibile, dal loro punto di vista di liberisti d’assalto, di dare indicazione per votare NO. Ma è rischioso perché se si arriva al quorum è certo che vinceranno i SI.
E' ancora di questi giorni il regalo alle banche dell'anatocismo (interessi sugli interessi) vietato dal 2014. Ciò significa 2 miliardi l'anno di regalo alle sue care banche. D'altra parte l'anatocismo funziona già da sempre nelle bollette elettriche, del gas, dell'acqua.
Altra truffa ai nostri danni è la scadenza del pagamento delle tariffe telefoniche sui cellulari su 4 settimane anziché su un mese (in totale si paga una volta in più l'anno).
Insomma in balìa di uno sbruffone ignorante al servizio di ogni potere forete con il massone da guardia che lo controlla.

Insomma, nessuna speranza. Se non ci organizziamo INCAZZANDOCI, STRILLANDO, MALMENANDO (metaforicamente) i macellai della democrazia, non cambierà nulla e di noi sarà fatta carene di porco.
Intanto attrezziamoci per dare un primo ceffone al bulletto, a Rachele e a tutti i sorci che si nutrono all’ombra del governo infame. Per farlo iniziamo il 17 aprile a VOTARE SI al referendum contro le trivellazioni in Adriatico. Continuiamo poi a VOTARE NO ALLA SCHIFORMA DELLA COSTITUZIONE.

R


PS. Oggi, domenica 20 marzo, ho avuto la ventura di ascoltare le bestialità del bugiardo alla "scuola dei giovani del PD, future merdacce. Il bullo, come al solito ha SOLO mentito. Bugie una dietro l'altra. Governerebbe con Verdini perché Bersani ha perso le elezioni. Lo scemo non sa che in questi casi si rifanno le elezioni ma egli è allergico a questa pratica rivoluzionaria. Ha detto che è legittimo chiedere di non andare a votare per un referendum che è una vera truffa. Come spiegargli al furbetto che non si tratta di chiudere subito le trivelle ma chiuderle alla scadenza dei contratti. Lo sa lo sbruffone che sono momentaneamente sospese le estrazioni perché si attende di riprenderle quando risalirà il prezzo del petrolio. Chiedo: prendi le mazzette?
Da ultimo ha mentito non dicendo nulla: non ha spiegato perché non si dimette per un vergognoso conflitto d'interessi con le banche, dopo che il padre di Claretta è indagato per bancarotta fraudolenta per essersi spartito con gli alti dirigenti della banca una montagna di milioni quando la banca era già in crisi e sotto inchiesta di Banca d'Italia.
Ma, come ho detto prima, non c'è vergogna ed il personaggio può fre ciò che crede mentendo mentendo mentendo.
A me fa paura, mi ricorda uno con la mascella volitiva.

Printer Friendly Page Send this Story to a Friend
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero



I contenuti del sito sono rilasciati sotto Licenza Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5
FISICAMENTE.net non è un periodico e quindi non soggetto alla legge sull'editoria 62/2001. Per informazioni e contatti inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica: fisicamente[togli questo]@fisicamente.net