SCORTICARLI VIVI

Date 11/1/2017 19:35:46 | Topic: Impresentabili

PAGA E ZITTO, STUPIDO!

Per chi non si fosse accorto, la finanza mondiale sta pagando politici utili idioti dalle parti nostre per prendersi tutti i beni del Paese, ogni fonte di creatività, con un esercito di schiavi, almeno così sperano di ridurci.
Non sto esagerando e vorrei poter esemplificare per far capire.
Quando, secoli fa, vi era la speranza del “sol dell’avvenire”, facevamo un riassunto delle necessità più importanti per l’uomo:
- garantire la crescita armonica dell’infanzia in nidi ed asili
- garantire il lavoro degno per tutti
- garantire la salute di tutti
- garantire l’istruzione per tutti fino a livello di scuola superiore
- garantire la vecchiaia con una pensione degna.
Se leggiamo le 5 cose che ho scritto, ci accorgiamo che siamo ancora alla ricerca del sol dell’avvenire. Anzi quanto avevamo 40 anni fa era molto meno duro di quel che raccogliamo ora. Hanno vinto loro, i capitalisti che, capito quanto era possibile rapinare si sono scatenati su tutti i fronti senza avere più nessuna opposizione. I politici “amici nostri” si sono convertiti rapidamente e sono addirittura diventati liberisti, al servizio attivo dei padroni.

Credevamo di avere chi ci rappresentava ma via via ci accorgiamo che costui è un becero porco che lavora per avere la nostra fiducia per poi spenderla contro di noi.
Cosa è accaduto in questi anni? Al netto dei furti lungo i differenti percorsi,
- gli asili ed i nidi vanno chiudendo e, quando vi sono, sono costosi. Ciò comporta la necessità che qualcuno resti a casa per accudire i piccoli. Ciò è fatto generalmente dalle mamme che quindi, come donne, tornano al ruolo di becero utilizzo familiare;
- il lavoro non è garantito a nessuno. Le persone normali non lo trovano. I posti che vi sono vengono assegnati a chiamata agli amici ed agli amici degli amici. Il merito? Una presa per i fondelli, tanto è vero che l’incompetenza dovunque domina. Un esercito di giovani emigra e va a spendere le sue abilità altrove. E se ciò non basta c’è un vergognoso Poletti che li insulta. Ma poi, per avere lavoro, occorre creare le condizioni, abbassare le tasse, dare a chi lavora salari certi e degni. Non si può vivere a vita da precari. Così facendo non si possono creare famiglie, scende la natalità, andiamo morendo come Paese.
- la salute non è più garantita. Chi si muove per ospedali sa che non si viene più ricoverati e sa che se ha un qualche malanno inizia una via crucis di visite esterne a pagamento per poi tornare (se si è ancora in vita) a far vedere queste analisi al medico dell’ospedale che, te ne chiede altre per poi tornare quando le hai. Ogni analisi costa un’enormità, i ticket sono innumerevoli, dovunque e comunque si deve pagare comprese le infinite medicine. Viste anche le pubblicità insistenti si sta lavorando per privatizzare tutto, secondo lo schifoso modello americano (se hai soldi ti curi, altrimenti muori pure).
- la scuola, a partire dal comunista Luigi Berlinguer è stata via via demolita fino alle bombe ed al napalm utilizzato da Renzi su di essa. I docenti sono trattati come merce a basso costo da esportare ovunque, le paghe sono ridicole, l’organizzazione è folle, c’è una capra al ministero dell’istruzione, gli edifici sono fatiscenti fino ad ammazzare i nostri figli, gli studenti sono usati come manodopera gratuita per i padroni con l’invenzione della scuola-lavoro, la preparazione generale scende togliendo ai giovani la sola possibilità di riscatto che rimane loro. Chi si intende della cosa sa che il lavoro dei governi è quello via via di dequalificare per poter privatizzare senza che vi siano lamentele.
- delle pensioni è inutile aggiungere qualcosa. Vanno praticamente ad essere eliminate con una pressione violenta alla privatizzazione.
I padroni ragionano così: chi me lo fa fare a mantenere questi inutili con grosse spese, basta garantire la sopravvivenza e BASTA!
Che ci stiamo a fare tutti noi? A lavorare, quando abbiamo lavoro, e poi a pagare, anche quando non abbiamo lavoro.
A parte le tasse, le tariffe ed i ticket che ci spellano vi sono i debiti mostruosi fatti da altri e pagati da noi.
Per quale motivo, oltre ad essere asservito agli USA per volontà dei figli di puttana che ci hanno governato dal 1946, dobbiamo anche pagare la campagna elettorale di Obama senza che i soldi siano tornati al MPS? Allo stesso modo e verso la stessa banca vi sono milioni dati alla Fondazione Clinton? Soldi poi dati ai costruttori come Zunino e Mezzaroma? Soldi dati ad Emma Marcegaglia per questo premiata da Renzi con la Presidenza dell’ENI? E Debenedetti che ripagava Renzi schierando il suo giornale al suo indegno sostegno? A questi ed a molti altri i soldi vanno ripresi sequestrandogli TUTTO. Anche se si nascondono dietro a società di comodo poi fallite, non è difficile ritrovarli e levargli anche la camicia.
Per quale motivo deve aumentare il debito pubblico, e quindi debbo pagare pure io, per le porcate di questi figli di puttana e dei loro protettori politici. La Privacy? Chi dice questo è un ladro come loro e va preso a calci in culo.
Anche i banchieri coinvolti in prestiti folli devono pagare con tutti i beni che hanno accumulato e con la galera! Anche chi ha messo quei banchieri in quei posti deve pagare e deve pagare anche chi doveva controllare e non l’ha fatto.
Tutti noi sappiamo che l’immunità di potenti e politici è totale e non è un caso. Costoro si sono fatte le leggi a loro uso e consumo ed alla faccia nostra. Non c’è nulla da fare. Nessuno può chiedere ad un delinquente di arrestarsi. E loro non lo faranno, per questo occorre che la protesta popolare salga sempre più e li spaventi.
Dobbiamo tornare alla partenza, almeno alla Rivoluzione Francese e mettere in funzione le ghigliottine. Se poi mi si dice che non bisogna pensare alle pene di morte, io rispondo che forse è vero e quindi cambio obiettivo: occorre scorticarli vivi.
I non avrò la consolazione di Dio quando tra poco saluterò i miei cari, ma cazz…, fatemi almeno prendere qualche soddisfazione prima del salutone finale.
R














This article comes from www.fisicamente.net
http://www.fisicamente.net/portale

The URL for this story is:
http://www.fisicamente.net/portale/article.php?storyid=2818