logo

Rivista di fisica, didattica della fisica, storia della fisica, fisica e filosofia,
problemi della scuola, ambiente, fede e ragione, varia umanità

di Roberto Renzetti

 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora! Attenzione: per inviare commenti agli articoli e notizie in SpazioAperto è necessario registrarsi
 Da leggere:

Il mio ultimo libro, Gli insegnamenti morali della Bibbia che non ti hanno fatto conoscere, (novembre 2014) che si aggiunge agli altri è, di fatto, la chiave di lettura di tutti gli altri, è l'inizio della storia che ha portato ai crimini non solo del Cristianesimo ma anche di altre religioni monoteiste


_______

Gli altri miei libri più recenti:


Leggi la presentazione


Al precedente si aggiunge ora il nuovo libro, "La Chiesa dopo Gesù"



Altro mio libro pubblicato è "Santi ?"



Gli ultimi miei libri pubblicati sono la Prima e la Seconda Parte de La Chiesa contro Gesù





quello su I crimini dei francescani



e, da ultimo, Il Diavolo, l'altro Dio

I libri, che saranno spediti gratuitamente, si possono acquistare con Pay Pal, carta di credito, bonifico bancario o conto corrente postale direttamente dall'Editore Tempesta

 Cerca nel sito
 Sezioni:
L'EDITORIALE
FISICA E SUA STORIA
didattica
SCUOLA
SCIENZA E FEDE
SCIENZA E FILOSOFIA
SCIENZA E SOCIETA'
GUERRA
LA MEMORIA
ISRAELE/PALESTINA
LIBERI
 Recensioni libri
 Commenti recenti
Re: QUANDO LI CACCEREMO A PEDATE?
R
30/8/2015 11:10
Re: GOVERNO DI INETTI, INCAPACI ED INCOMPETENTI, NONCHE&#...
amdi
24/8/2015 12:26
Re: C'E' QUALCUNO CHE ASCOLTA?
Sardo1980
15/8/2015 13:59
Re: I VAMPIRI DI BRUXELLES
amdi
28/7/2015 16:09
Re: L'ORRENDA RIFORMA DI UN CLERICO LIBERISTA (per n...
amdi
20/7/2015 18:41
Re: I VAMPIRI DI BRUXELLES
amdi
20/7/2015 14:18
Re: I VAMPIRI DI BRUXELLES
Kalimba
14/7/2015 16:40
 Ultime recensioni
· Andrea Frova, Mariapiera Marenzana
Newton & Co, geni bastardi
· Giuseppe F. Merenda
FRANCINO. L'altra storia di Francesco d'Assisi
· Marco Corvaglia
MEDJUGORJE è tutto falso
· Andrea Frova
La passione di conoscere
· Carlo Corbucci
Il terrorismo islamico: Falsità e mistificazione
· Giovanni Ravani
La Terza Persona
· Roberto Ettore Bertagnolio.
Limiti neuropsicologici del pensiero
· GILLES DAUVÉ [JEAN BARROT],
Le Roman de nos origines. Alle origini della critica radicale,
· Lucio Russo, Emanuela Santoni
Ingegni Minuti
· ANGELO D'ORSI
1989, del come la storia è cambiata, ma in peggio
 Articoli Rubriche "SpazioAmici"

Vedi tutte le rubriche
 Campagna sbattezzo

sbattezzamoci con l'UAAR
 8 per mille:
 Video citizen berlusconi
VIDEO CITIZEN BERLUSCONI

(il Presidente e la stampa)


Questo film
documentario è stato visto dalle TV di tutta Europa meno che in quelle italiane. E' stato anche trasmesso dalla PBS, la TV pubblica USA, il 21 agosto 2003.

 Archivio video
 Risorse on line

Pagine web da visitare


Ricerca sui quotidiani


Attualità on line

 Menù principale
Home

Archivio mensile editoriali

Rubriche SpazioAmici

Chi sono

Contattami

FAQs

 N° visite
 

La rivista elettronica FISICAMENTE è nata per raccogliere la trascrizione degli oltre cento articoli da me scritti e pubblicati nell’ambito della mia attività di docente e ricercatore. A questi lavori ne aggiungerò via via degli altri che scriverò, quelli di vari collaboratori ed altri che riterrò di interesse.

FISICAMENTE è aperta ad ogni collaborazione sui temi trattati. Chi vorrà potrà inviarmi i suoi lavori che saranno valutati per l’eventuale pubblicazione che avverrà comunque sotto la completa responsabilità degli autori senza che essa impegni in alcun modo la rivista. Una sola e semplice avvertenza: quanto qui riportato non è soggetto a diritti d’autore ma non è utilizzabile a fini commerciali. Si richiede a chi usi queste pagine la sola cortesia di citarne la fonte:

www.fisicamente.net

 Roberto Renzetti

PS. Non inviate quesiti e problemi di fisica da risolvere così come l’elaborazione di nuove ed importanti teorie non altrove comprese. Non sono in grado di risolvere problemi o giudicare teorie.

VAI ALLA POLICY

Inviato da R il 31/8/2015 9:00:28 (40 letture)

Renzi l'iperberlusconiano
di Paolo Flores d'Arcais da www.micromega.net

Al meeting di CL Matteo Renzi ha confessato pubblicamente di essere la prosecuzione del berlusconismo con altri mezzi. Dalla giustizia all’informazione, dal lavoro alla riforma istituzionale, non c’è un solo elemento della lobotomizzazione della democrazia tentata da Berlusconi che Renzi non stia realizzando. Contro la quale ora ha però poco senso indignarsi. Occorre invece riflettere sul perché le straordinarie energie che l’antiberlusconismo aveva saputo suscitare nella società civile non abbiano trovato adeguata espressione politica.


Se si trattasse di omosessualità diremmo che è stato un coming out. Ma trattandosi di un cattolico praticante, ed essendosi svolta in una location che più cattolica non si può, il meeting di Comunione e Liberazione a Rimini, è d’uopo invece parlare di CONFESSIONE. Matteo Renzi ha confessato pubblicamente: di essere la prosecuzione del berlusconismo con altri mezzi, anzi di essere la realizzazione del berlusconismo adeguata ai tempi, cioè alla non implementazione del berlusconismo con i mezzi di Berlusconi (l'intermezzo dei governi-nullità Monti e Letta non merita menzione: de minimis non curat praetor).

Leggi tutto... | 63895 bytes da leggere | Commenti?

Inviato da R il 28/8/2015 7:49:54 (55 letture)

L'insostenibile leggerezza dei tecnici

Viaggio nelle lande della tecnocrazia dove previsioni e raccomandazioni scientifiche di “esperti” senza volto, declamanti la flessibilità e la “moderazione salariale”, si affiancano a panorami sociali devastati dalla crescente disoccupazione e dal crollo della produttività. Colpa della mancata realizzazione delle “riforme strutturali” o, al contrario, della loro pervicace attuazione? La coscienza della fallibilità e dell’incertezza delle soluzioni tecniche calate dall’alto potrebbe – forse – smascherare l’insostenibile leggerezza dei tecnici.

di Domenico Tambasco da Micromega


“Houston abbiamo un problema”: ovvero dell’ultimo rapporto del Fondo Monetario Internazionale

Nel cuore di una torrida estate ha fatto scalpore l’ultimo rapporto periodico del Fondo Monetario Internazionale sull’Eurozona in cui, alla voce “Italia”[1], si punta il dito sull’elevato livello di disoccupazione che da tempo ha ormai superato il 12% (e che potrà essere riportato ai livelli pre-crisi solo tra vent’anni), con un 60% dei disoccupati privi di lavoro per almeno un anno ed il correlativo elevato rischio di dispersione del “capitale umano”, di incremento nella disuguaglianza dei redditi e, in definitiva, con un sensibile aumento del pericolo di cadere in nuove sacche di povertà[2].

Leggi tutto... | 40411 bytes da leggere | 1 commento

Inviato da R il 4/8/2015 17:56:35 (275 letture)

Oltre un anno fa scrivevo quanto segue:

POLITICA : IL DUCETTO BUGIARDO, IMBROGLIONE, PRESUNTUOSO ED IGNORANTE

Inviato da R il 24/7/2014 12:01:23 (702 letture)

IL DUCETTO E CLARETTA



Molti anni fa in Italia nacque e si affermò il Fascismo. Il Fascismo non nacque da un fascista o reazionario qualunque o brutto, sporco e cattivo ma, udite bene, da un socialista. Eh si, perché Benito era socialista, addirittura direttore dell’Avanti.
Più in generale debbo dire con mio sommo dispiacere che oggi assistiamo ad un altro personaggio che parte da premesse che dovrebbero essere rassicuranti ma che, ad un attento esame, promettono un futuro molto triste.
Anche allora vi era una profonda crisi economica con disoccupati in quantità, con fabbriche che chiudevano, con incertezza per il futuro. Ed allora nacque la speranza popolare in questa novità, il Fascismo, e senza porsi troppe domande la popolazione dette fiducia a Benito ed a suoi rivoluzionari che avrebbero cambiato quello stato di cose.

Leggi tutto... | 34197 bytes da leggere | Commenti?

Inviato da R il 6/7/2015 17:24:34 (312 letture)

FATEMI ESSERE FELICE. MAGARI PER UN SOLO GIORNO

Ieri sera seguivo con ansia e, inizialmente quasi con rassegnazione, lo spoglio del referendum greco. Poi Mentana ha detto che ora è quasi certo che i NO hanno vinto. Ho avuto una sorta di calo di tensione ed una calma da spossamento mi ha investito. Poi la felicità, quasi rabbiosa e parlavo ad alta voce con familiari che mi dicevano di parlar piano perché i vicini … Ebbene, dopo anni di frustrazioni, la felicità mi è stata data dal popolo greco e dal suo governo. Una situazione analoga in Italia, con gli opportunismi che la fanno da padrone, avrebbe avuto un si ed io ancora a star male. Quindi, per un giorno, almeno per un solo giorno, voglio essere felice con il sentore di tanti avvoltoi e delinquenti che si aggirano intorno alla più spaventevole delle calamità, la democrazia.
Ecco la felicità sarà certamente attenuata da questi personaggi. Ieri già sentivo il capo dei socialisti tedeschi, Gabriel, che è il vice di Merkel dire che comunque per la Grecia è finita. Quella faccia da porco del socialista tedesco Schultz che interveniva per dire che basta con la Grecia, bisognerà solo pensare ad aiuti umanitari per vecchi, donne e bambini (Damilano ha osservato che aveva ragione Berlusconi a chiamarlo turista della democrazia).

Leggi tutto... | 7728 bytes da leggere | 2 commenti

Inviato da R il 2/7/2015 21:59:01 (222 letture)

Questa legge, che i servili caproni parlamentari italiani al servizio di un’Europa criminale, è una mannaia sulla nostra testa.
Qui si dice che se le banche italiane (BANCHE!) andassero in difficoltà, i soldi per ripianare i loro debiti potranno esser prelevati dai depositi bancari dei cittadini.
Parlamentari infami, non vi fate riconoscere perché verrete presi a calci.
La legge è europea e basterebbe questo per andarsene di corsa da questa Europa.
R

Approvata la legge Ue, le banche saranno salvate da azionisti e creditori

da Repubblica del 2 luglio 2015

La Camera approva la legge di delegazione europea, che recepisce 56 direttive e 9 decisioni quadro della Ue. Dal 2016 i problemi degli istituti di credito andranno risolti dall'interno, non con interventi esterni, anche ricorrendo ai depositi superiori ai 100mila euro

Leggi tutto... | 4271 bytes da leggere | Commenti?

Inviato da R il 14/6/2015 18:00:59 (221 letture)

IL MITO EUROPA FINISCE E NOI CONTINUIAMO CON L’INCUBO RENZI

L’Europa, un mito mio, sulle emozioni che mi aveva trasferito Spinelli, è finita. Al suo posto vi sono alcuni banchieri e finanzieri che hanno fatto e fanno carne di porco di ogni emozione e sogno di povera gente come me.
Provo a riassumere per gli smemorati.
1 – L’Europa è per noi: rientrare dal debito, salvare le banche, austerità che vuol dire “voi che avete lavorato per mezzo secolo per avere un degno salario, una degna pensione, una vita degna senza fronzoli, dovete pagare per tutti i furti che i politici di ogni partito hanno fatto alle casse dello Stato”. In definitiva austerità, cioè ritorno all’indigenza per noi cittadini che come con la tassa sul macinato dobbiamo pagare anche le mignotte dei ricchissimi e ladroni.
2 – L’Europa è inesistenza di ogni solidarietà. Peggio: l’Europa non rispetta i doveri di qualcosa che dovrebbe diventare uno Stato federale. Se in Europa, a parte il denaro, ognuno deve fare da sé allora che caspita di Europa è? Possibile che in Europa vi sono Stati che abbassano le tasse per attrarre le industrie (con il capo dell’Europa, Juncker, che è un campione di delinquenza economica internazionale) e l’ondata migratoria deve essere pagata da un Paese solo?

Leggi tutto... | 9894 bytes da leggere | 2 commenti

Inviato da R il 3/6/2015 17:09:19 (213 letture)

Come rottamare Renzi in tre mosse



di Paolo Flores d’Arcais da www.micromega.net, copyright © Paolo Flores d’Arcais.

Se nel Pd c’è ancora qualche testa pensante anche vagamente sensibile ai valori di “libertà e giustizia” che definiscono la sinistra (due condizioni che escludono d’emblée Bersani, D’Alema e compagnia cantando) già avrà individuato il “che fare”. In tre mosse.

Primo: far cadere Renzi in una delle numerose fiducie che sarà costretto a porre per far passare in parlamento le sue pimpanti controriforme.

Leggi tutto... | 15856 bytes da leggere | Commenti?

Inviato da R il 25/5/2015 8:58:52 (125 letture)

Saviano: “Renzi chiuso alla società civile. Parla solo ai suoi. Io gufo? No, critico”

Nuovo affondo dello scrittore a due settimane dalle frasi su “gomorra nelle liste dem in Campania": "L’Italia è come Trono di Spade. Dopo le Europee il premier ha fermato il confronto"

di F. Q. | 24 maggio 2015

“Dopo la vittoria alle Europee, Renzi si è chiuso alla società civile e parla solo ai suoi. Il Pd non può rimanere nella logica per cui si dice signorsì o si sta gufando: bisogna crescere. Io gufo? No, io racconto e critico. E’ il mio mestiere”. Parola di Roberto Saviano. Che, durante un intervento al Wired Next Fest di Milano, è tornato ad attaccare in maniera aspra il presidente del Consiglio. L’occasione propizia? La risposta da dare a chi gli chiedeva di chiarire il senso della querelle tra lui e Renzi, scaturita da un post pubblicato qualche tempo fa sulla pagina Facebook dello scrittore.

Leggi tutto... | 3749 bytes da leggere | Commenti?

Inviato da R il 24/5/2015 21:20:22 (143 letture)

LE RIFORME

E’ un ritornello ricorrente da qualche anno: “Bisogna fare le riforme” oppure “Bisogna completare le riforme” oppure bisogna accelerare le riforme”. Sono i ritornelli che minacciosamente i big mai eletti della UE ripetono in modo ossessivo.
L’ultimo oggi è stato Mario Draghi, direttore della BCE (Banca Centrale Europea), che per la verità ha detto qualcosa di molto più impegnativo del quale dirò più oltre.
Inizio con “le riforme”. Di cosa si tratta? A quali riforme ci si riferisce? Anche io sono uno che vuole le riforme ma sono pronto a scommettere anche cose di gran valore che le riforme a cui io penso sono radicalmente diverse da quelle a cui pensano i burocrati della UE, della BCE, del FMI, ma anche i nostri governanti (Renzi, Padoan e bestioline al seguito). Siamo in un Paese che piano piano scopre di essere a sovranità limitata, non vi sono scelte che possiamo fare indipendentemente dal giudizio di quella Commissione UE a direzione tedesca con quell’imbecille di Hollande che crede di contare qualcosa.

Leggi tutto... | 8724 bytes da leggere | Commenti?

Inviato da R il 3/5/2015 11:34:23 (221 letture)

Riporto l’editoriale di Eugenio Scalfari (con il quale ultimamente sono quasi sempre stato in disaccordo) che è un liberale storico e non certo un sovietico, per illustrare con chiarezza il totale fallimento di Renzi e del suo governo di incompetenti (compreso Padoan). Nell’articolo è citato anche Michele Salvati che, lo ricordo, fu uno degli ispiratori del Partito Democratico e di Veltroni (e quindi è uno dei padri del Partito di Renzi, vera calamità italiana).
R


E la risorsa del suo mestiere con la donnetta, col cavaliere

di EUGENIO SCALFARI
da Repubblica 03 maggio 2015

MOLTE cose sono accadute nella settimana che oggi si chiude. In Italia, in Europa e nel mondo intero. Non starò ad elencarle, giornali e televisioni ne sono pieni. Mi occuperò soltanto dei fatti italiani, che possono essere guardati da quattro diversi punti di vista: le manifestazioni - belle ma anche molto brutte - connesse con l'apertura dell'Expo e con il Primo maggio, festa del lavoro; l'economia italiana; il tema del Mare nostrum e gli immigrati; la legge elettorale approvata con quattro voti di fiducia ai quali seguirà il voto definitivo sull'intera legge domani e quanto sta accadendo all'interno del Pd.

Leggi tutto... | 11062 bytes da leggere | Commenti?

(1) 2 3 4 ... 43 »
 Novità sezioni:
FISICA E SUA STORIA (Archivio)

DIDATTICA DELLA FISICA E DELLE SCIENZE (Archivio)

PROBLEMI DELLA SCUOLA (Archivio)

Ultimi articoli:

Il senato vota la più grande vergogna repubblicana sulla Scuola

La Buona Scuola ? E' stata scritta da funzionari che non conoscono l'argomento. E si vede! di Lorenzo Grilli

La Buona Scuola ? Le sciocchezze padronali di Renzi e Giannini di Roberto Renzetti

Per riavviare l'elaborazione di una riforma del sistema di istruzione di Filippo Ottone

PROPOSTE PER LA SCUOLA E L'UNIVERSITÀ: IL CORAGGIO DI ANDARE CONTROCORRENTE di Fabio Bentivoglio, Massimo Bontempelli, Roberto Renzetti

La scuola al servizio dei mercati di Roberto Renzetti

Le domande UE sulla scuola italiana di Roberto Renzetti

La scuola. Ma cos'è ? di Roberto Renzetti

SCUOLA: dieci anni dopo le riforme liberiste di Roberto Renzetti

La prova che Berlinguer ha ubbidito all'OCSE per riformare la scuola di Roberto Renzetti e OCSE

Il Paese cancellato di Roberto Renzetti

La scuola dell'autonomia di Roberto Renzetti

Scuola e mercato nel mondo globalizzato (Parte seconda)

La scuola dell'ignoranza

La scuola sotto attacco

A che servono i pedagogisti ?

SCIENZA E SOCIETA' (Archivio)

Ultimi articoli:

Stati di aggregazione stabili del Trinomio Informazione-Energia-Materia in Natura di Ferruccio Sorrentino

Il grande esempio di Margherita Hack e i limiti della scienza di Angelo Baracca

Analisi e prime valutazioni dell’incidente di Fukushima di Angelo Baracca e Giorgio Ferrari

Per comprendere cosa accade nelle centrali nucleari giapponesi di Roberto Renzetti

The “go-and-stop” of the Italian civil nuclear programs, among improvisations, ambitions, and conspiracies di Angelo Baracca, Giorgio Ferrari, Matteo Gerlini, Roberto Renzetti

La storia di Felice Ippolito di Roberto Renzetti

Il grande affare nucleare di Roberto Renzetti

"Anche senza Mattei ..." di Giuseppe Casarrubea e Mario J. Cereghino

Storia della politica scientifica ed energetica italiana dal 1945 ai giorni nostri di Roberto Renzetti

Il nucleare degli sciocchi ed irresponsabili apprendisti stregoni di Roberto Renzetti

Cercando di decifrare il libro dei sogni (o degli incubi) dei faraonici programmi nucleari di Angelo Baracca

Un'ampia rassegna su quanto c'è da sapere sulla scelta nucleare, sulle sue lobbies, sul suo mercato e sulle altre possibili alternative al petrolio

SCIENZA E FEDE (Archivio)
SCIENZA E FILOSOFIA (Archivio)
ISRAELE/PALESTINA (Archivio)

Ultimi articoli:

La marcia verso la guerra di Mahdi Darius Nazemroaya

I disastri del colonialismo a cura di Roberto Renzetti

L'armamento nucleare di Israele di AA. VV.

Il terrorismo di Israele di Paolo Barnard e Serge Thion

GUERRA (Archivio)
LA MEMORIA (Archivio)
VARIA UMANITA' (Archivio)




I contenuti del sito sono rilasciati sotto Licenza Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5
FISICAMENTE.net non è un periodico e quindi non soggetto alla legge sull'editoria 62/2001. Per informazioni e contatti inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica: fisicamente[togli questo]@fisicamente.net