logo

Rivista di fisica, didattica della fisica, storia della fisica, fisica e filosofia,
problemi della scuola, ambiente, fede e ragione, varia umanità

di Roberto Renzetti

 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora! Attenzione: per inviare commenti agli articoli e notizie in SpazioAperto è necessario registrarsi
 Da leggere:

Il mio ultimo libro, Gli insegnamenti morali della Bibbia che non ti hanno fatto conoscere, (novembre 2014) che si aggiunge agli altri è, di fatto, la chiave di lettura di tutti gli altri, è l'inizio della storia che ha portato ai crimini non solo del Cristianesimo ma anche di altre religioni monoteiste


_______

Gli altri miei libri più recenti:


Leggi la presentazione


Al precedente si aggiunge ora il nuovo libro, "La Chiesa dopo Gesù"



Altro mio libro pubblicato è "Santi ?"



Gli ultimi miei libri pubblicati sono la Prima e la Seconda Parte de La Chiesa contro Gesù





quello su I crimini dei francescani



e, da ultimo, Il Diavolo, l'altro Dio

I libri, che saranno spediti gratuitamente, si possono acquistare con Pay Pal, carta di credito, bonifico bancario o conto corrente postale direttamente dall'Editore Tempesta

 Cerca nel sito
 Sezioni:
L'EDITORIALE
FISICA E SUA STORIA
didattica
SCUOLA
SCIENZA E FEDE
SCIENZA E FILOSOFIA
SCIENZA E SOCIETA'
GUERRA
LA MEMORIA
ISRAELE/PALESTINA
LIBERI
 Recensioni libri
 Commenti recenti
Re: CHE DICE DE MAURO
Francesco1
22/5/2015 9:05
Re: RENZI TORNI A SCUOLA!
Sardo1980
17/5/2015 12:33
Re: RENZI TORNI A SCUOLA!
Francesco1
14/5/2015 19:37
Re: DA TEMPO LO DICO: IL FASCISMO NON E' SOLO SQUADR...
Cocco
13/5/2015 19:10
Re: CAPRE AL POTERE
Cocco
6/5/2015 20:35
Re: CAPRE AL POTERE
Cocco
6/5/2015 20:20
Re: CAPRE AL POTERE
Cocco
6/5/2015 16:19
 Ultime recensioni
· Andrea Frova, Mariapiera Marenzana
Newton & Co, geni bastardi
· Giuseppe F. Merenda
FRANCINO. L'altra storia di Francesco d'Assisi
· Marco Corvaglia
MEDJUGORJE è tutto falso
· Andrea Frova
La passione di conoscere
· Carlo Corbucci
Il terrorismo islamico: Falsità e mistificazione
· Giovanni Ravani
La Terza Persona
· Roberto Ettore Bertagnolio.
Limiti neuropsicologici del pensiero
· GILLES DAUVÉ [JEAN BARROT],
Le Roman de nos origines. Alle origini della critica radicale,
· Lucio Russo, Emanuela Santoni
Ingegni Minuti
· ANGELO D'ORSI
1989, del come la storia è cambiata, ma in peggio
 Articoli Rubriche "SpazioAmici"

Vedi tutte le rubriche
 Campagna sbattezzo

sbattezzamoci con l'UAAR
 8 per mille:
 Video citizen berlusconi
VIDEO CITIZEN BERLUSCONI

(il Presidente e la stampa)


Questo film
documentario è stato visto dalle TV di tutta Europa meno che in quelle italiane. E' stato anche trasmesso dalla PBS, la TV pubblica USA, il 21 agosto 2003.

 Archivio video
 Risorse on line

Pagine web da visitare


Ricerca sui quotidiani


Attualità on line

 Menù principale
Home

Archivio mensile editoriali

Rubriche SpazioAmici

Chi sono

Contattami

FAQs

 N° visite
 

La rivista elettronica FISICAMENTE è nata per raccogliere la trascrizione degli oltre cento articoli da me scritti e pubblicati nell’ambito della mia attività di docente e ricercatore. A questi lavori ne aggiungerò via via degli altri che scriverò, quelli di vari collaboratori ed altri che riterrò di interesse.

FISICAMENTE è aperta ad ogni collaborazione sui temi trattati. Chi vorrà potrà inviarmi i suoi lavori che saranno valutati per l’eventuale pubblicazione che avverrà comunque sotto la completa responsabilità degli autori senza che essa impegni in alcun modo la rivista. Una sola e semplice avvertenza: quanto qui riportato non è soggetto a diritti d’autore ma non è utilizzabile a fini commerciali. Si richiede a chi usi queste pagine la sola cortesia di citarne la fonte:

www.fisicamente.net

 Roberto Renzetti

PS. Non inviate quesiti e problemi di fisica da risolvere così come l’elaborazione di nuove ed importanti teorie non altrove comprese. Non sono in grado di risolvere problemi o giudicare teorie.

VAI ALLA POLICY

Inviato da R il 21/5/2015 15:21:59 (50 letture)

De Mauro: “La Buona Scuola? Da bocciare. E non chiamatela riforma…”


Per il noto linguista nel ddl manca un quadro complessivo di riassetto del sistema scolastico. E oltre a criticare il preside-manager, l’autonomia scolastica, il depotenziamento del collegio dei professori, nota le carenze del provvedimento: nessun intervento per riavvicinare la scuola alla Costituzione e per contrastare l’enorme piaga dell’analfabetismo di ritorno

intervista a Tullio De Mauro di Giacomo Russo Spena da Micromega

La sua voce è pacata. Il giudizio è fermo: “Il provvedimento va ritirato”. Tullio De Mauro ragiona senza ideologismi, argomenta e analizza i dati. Illustre italianista, storico docente universitario di Linguistica alla Sapienza di Roma e, per un brevissimo periodo, ministro dell’Istruzione ha le idee chiare sulla buona scuola: “Non è una riforma, nel ddl manca un quadro complessivo di riassetto del sistema scolastico”. Una bocciatura, netta, per il governo Renzi.

Leggi tutto... | 8961 bytes da leggere | 1 commento

Inviato da R il 21/5/2015 14:31:06 (45 letture)

DI SCUOLA NE SA PIÙ CROZZA O IL MINISTRO? INDOVINATE

di Luigi Galella da Il Fatto Quotidiano 21 maggio 2015

Verrebbe voglia di ripristinare il vecchio armamentario simbolico: le orecchie d’asino. Pelose, lunghe e rivelatrici. Che oggi ostenta sorridendo, nella compiaciuta ignoranza, come Pinocchio di fronte allo specchio, colui che parla e legifera di scuola, senza conoscerla. C’è ormai un fossato tra chi si occupa giornalmente di scuola, nel senso che la vive, come docenti o studenti, e tutti gli altri. La scuola non è solo misconosciuta, a causa di pseudoriforme e sciagurati decenni di tagli all’istruzione, ma letteralmente sconosciuta. Sconosciuta ai più. Tra questi, molti occupano le aule parlamentari.

Ascoltando la ministra Giannini a DiMartedì (La7, 21.15), ospite di Giovanni Floris, se n’è avuta un’ulteriore conferma, nel momento in cui si è usato e osato l’argomento principe della propaganda renziana: “La scuola è al centro dell’agenda politica del governo”.

Leggi tutto... | 3521 bytes da leggere | Commenti?

Inviato da R il 20/5/2015 17:18:38 (50 letture)

TASSE, SOPRATASSE E CONTRIBUTI

Ero ancora un giovanetto che andava presso la segreteria di facoltà, alla Sapienza, per pagare la mia iscrizione a Fisica. Ogni anno una tassa nuova, ogni anno chiamata con nomi diversi. Noi studenti usavamo accompagnare il refrain di tasse, soprattasse e contributi con un moto della mano destra a pugno chiuso. Alla parola tasse la mano si muoveva con decisione da destra verso sinistra. Alla parola soprattasse il moto era dall’alto in basso. Infine c’era il moto dal basso in alt. Era un moto per figurare la violenza che subivamo assimilandola a violenza sessuale.
Sono passati 50 anni e non saprei più quale moto aggiungere alla mano. Stadi fatto che ormai siamo senza respiro. E lo dico io che ho una pensione d’oro. Pensate che prendo poco più di 2000 euro netti al mese. La mia è pensione di vecchiaia con 46 anni di contributi versati. E la pensione è d’oro, è d’oro e non lo dico io ma lor signori che d’oro se ne intendono. Io sono restato all’oro di Bologna che si fa nero dalla vergogna, cioè ottone, volgare ottone. Credo allora che lor signori scambino l’oro di Bologna delle nostre pensioni per oro o gold come ormai si usa dire.

Leggi tutto... | 14781 bytes da leggere | Commenti?

Inviato da R il 19/5/2015 20:22:09 (90 letture)

I NEMICI DEL POPOLO

E’ inutile girarci intorno, i “professoroni” esistono, sono pochi ma esistono. Sono odiati da Renzi e idiotissimo seguito perché dicono sempre cose corrette, documentate e per loro devastanti agli occhi delle persone sveglie. Per i cittadini pensanti di questo Paese (pochi, purtroppo) scoprire che il Re è nudo è sempre gradevole, anche se queste nudità fanno schifo.
Per parte mia una penosa e drammatica (solo per me) considerazione: i nemici del popolo che si nascondevano nelle fila dei rivoluzionari vi sono, sono molti e sono sempre al servizio del nemico. Io pensavo a Marx, a Lenin, a Gramsci (ed al suo principio educativo enunciato nei Quaderni del Carcere) e dalle parti nostre avevamo i rinnegati, i figli di grandissima puttana che vendevano ogni nostro sogno al padrone, alle banche, alla finanza. Egualitarismo, solidarismo, libertà, fratellanza, abolizione della proprietà privata, … parole vuote per questi personaggi infami che le alimentavano per gli scemi come me al fine di arricchirsi alle mie spalle sui miei sacrifici di reietto perché comunista. Ci sono riusciti. Ma debbo almeno avere la soddisfazione di denunciare pubblicamente chi sono: tutti i figli del PCI, almeno dal 1992, che hanno avuto il potere sono i rinnegati ai quali mi riferisco. Sono stati i peggiori responsabili di ogni disastro, di ogni impoverimento, di ogni ingiustizia perpetrata sulle spalle del popolo italiano che agitava bandiere rosse mentre i capi si ingrassavano facendo i servizievoli servi del padrone.

Leggi tutto... | 8669 bytes da leggere | Commenti?

Inviato da R il 16/5/2015 14:09:39 (120 letture)

I SICARI DELLA SCUOLA …

… predicano merito ma sono dei poveretti a livelli culturali infimi.

Francesco Bei con Claudio Tito, due giornalisti di Repubblica che scrivono notizie da loro inventate, personaggi arruolati nelle fila di Renzi (e di ogni padrone di passaggio), sono a volte tanto servili verso Renzi quanto offensivi verso tutti gli altri.
Stamane è il turno di Bei che su Repubblica scrive: «Il sospetto del premier sulla minoranza Pd “Usano gli insegnanti per farci perdere alle urne”». Non so se la notizia è inventata da Bei o è davvero ciò che pensa Renzi resta un fatto per me vergognoso. Gli insegnanti sarebbero manipolabili a piacere. In più addirittura dalla minoranza Pd che, solo un cieco non si accorge che si sta squalificando di giorno in giorno fino a diventare emblematica dell’inutilità. Quella minoranza farebbe bene o ad andarsene o a tacere perché è la meravigliosa foglia di fico che copre il pirlone Renzi.

Leggi tutto... | 18324 bytes da leggere | Commenti?

Inviato da R il 15/5/2015 12:42:07 (92 letture)

UN GRAN BEL LIBRO








Newton & Co, geni bastardi di Andrea Frova e Mariapiera Marenzana è un libro che si fa leggere con interesse crescente, soprattutto dopo aver letto e compreso fino in fondo la “Nota degli autori” ad inizio del lavoro.
Scrivono i due autori che nel periodo in oggetto, fine ‘600 ed inizi ‘700, vi era una giostra di scienziati che ruotavano attorno a Newton con alterne vicende e con scontri anche furibondi. In questa giostra mancavano o erano del tutto marginali scienziati italiani. E questo particolare non è di poco conto perché, fino a qualche anno prima, alla data della morte di Galileo, il 1643 (data di nascita di Newton), non vi era scienziato europeo che non venisse in pellegrinaggio in Italia per apprendere dai nostri scienziati ogni anche piccola scoperta ed elaborazione da riportare nel proprio Paese. Tutti coloro che avessero avuto una qualche ambizione scientifica venivano a studiare in Italia o venivano a copiare in Italia. Esempio clamoroso è Padre Mersenne che copiava da Torricelli quanto riportava a Descartes che poi arrivava a Pascal (con i francesi impossibilitati a fare esperienze perché i loro vetri non erano all’altezza di quelli di Murano). E mai una sola citazione.

Leggi tutto... | 7801 bytes da leggere | Commenti?

Inviato da R il 14/5/2015 10:35:18 (166 letture)

RENZI LEI E’ BOCCIATO!

Il Fregoli al potere è arrivato al colmo del ridicolo, mostrando che è di una ignoranza abissale. Come uno studentello furbastro che cerca il recupero la notte prima dell’interrogazione, come questo poverello si è presentato ieri Renzi nel filmato che ha preparato.
Il Fregoli si è travestito da insegnante ma ha sbagliato pubblico perché un insegnante parla ai suoi studenti, egli parlava ai passanti tentando, come sempre, di imbrogliarli vendendo loro merce avariata.

- Occorre l’alternativa scuola-lavoro.
Fregoli ha un’idea della scuola come scuola di tipo professionale. Tanto è vero che, a fianco di questo primo punto ha aggiunto e sottolineato un 44% di disoccupazione giovanile. Insomma l’imbroglione vorrebbe far credere che cambiando la scuola i giovani disoccupati troveranno posto di lavoro. Ma le aziende dove sono? Chi assumerebbe questi giovani solo perché sono in un programma scuola-lavoro? Oppure Renzi vuole con l'apprendistato dei lavoratori a costo zero per le aziende. Ma come mai i nostri giovani, con la scuola che c’è, vanno all’estero e TUTTI trovano posti di lavoro? Non sa il nostro Superbone che la nostra scuola nonostante le mazzate che ha preso da Luigi Berlinguer in qua è sempre una delle migliori del MONDO?

Leggi tutto... | 15914 bytes da leggere | 2 commenti

Inviato da R il 13/5/2015 13:08:50 (160 letture)

LUCIANO CANFORA: “SCUOLA DI CAPETTI: È AUTORITARISMO”

(di Luca De Carolis da Il Fatto Quotidiano) 12 maggio 2015

Non servono il fez e l’olio di ricino: l’autoritarismo è già in atto, ed è quello di un governo che va avanti a colpi di fiducia, prende ordini da Bruxelles e porta avanti una riforma della scuola assolutamente sbagliata, pericolosa e inutile”. Lo storico Luciano Canfora, professore emerito di Filologia classica presso l’Università di Bari, boccia senza sfumature le proposte del governo per riformare l’istruzione pubblica. Ed è durissimo su Matteo Renzi: “È il leader di una nuova Forza Italia, ma è già in declino: urla, perché non è tranquillo”.

Professore, il mondo della scuola si è rivoltato in massa contro la riforma renziana.
I docenti sono ormai il nuovo proletariato sociale. Vengono pagati un quinto o un sesto rispetto ai loro colleghi tedeschi o del Canton Ticino. E giustamente si oppongono a questa impostazione.

Leggi tutto... | 4536 bytes da leggere | 1 commento

Inviato da R il 11/5/2015 16:48:45 (145 letture)

Voi giovanetti non ricordate di chi si tratta. Purtroppo io ho conosciuto ilo personaggio ed i suoi amichetti terroristi. Quelli che operarono in tutta Italia nella strategia della tensione degli anni Settanta. Io li conobbi all’Università, nei loro attacchi al Movimento degli studenti, alle loro imprese che provocarono molti disastri. Ebbene era l’ultima goccia ma chi arruola tra le sue fila questi delinquenti non è altro che un delinquente egli stesso. Ed il PD che fa queste operazioni è ormai un partito fascista, anzi nazifascista senza più scrupoli nell’arruolare gli stragisti del passato. Già lo dissi qualche tempo fa: se incontro qualcuno che mi confessa di votare PD lo riceverò con uno sputo in faccia, foss’anche un reduce del PCI. Non vi sono scuse di sorta, delinquenti!

R


VOTO IN CAMPANIA, PARLA IL LEADER DEL FRONTE NAZIONALE

Tilgher: noi con De Luca. I toni mussoliniani sono attualissimi

Leggi tutto... | 7868 bytes da leggere | Commenti?

Inviato da R il 10/5/2015 19:47:43 (191 letture)

MERITO E CATENA DI COMANDO

Va di moda il merito. Si va avanti solo per merito. Chi non è d’accordo è un antisistema. Iniziamo allora da qui ed in relazione alla scuola.
Quando si parla di merito nella scuola si parla di quello deli insegnanti. Costoro sono l’unica categoria in Italia che, per fare il mestiere che fa, deve essere laureata. E la laurea si prende dopo aver fatto un corso di studi completo (elementari secondaria di Primo grado, secondaria di secondo grado, esami di Stato che, se superati, permettono l’iscrizione all’Università. Poi si fanno vari anni studio (oggi almeno tre con appendici varie ed una volta almeno cinque). In situazioni normali l’accesso all’Insegnamento avviene attraverso o un concorso o un corso abilitante di almeno un anno. Poi vi sono i voti ottenuti in ogni prova d’esame che vengono uniti al curriculum, poi vi sono o dovrebbero essere le pubblicazioni. Tutto questo fa un curriculum che genera una graduatoria con primo, secondo, terzo. A questo punto, se vale il merito, il primo è primo ed ha il diritto di scegliere dove andare ad insegnare se quel posto è libero. Poi sceglierà il secondo, poi il terzo e così via.

Leggi tutto... | 10489 bytes da leggere | Commenti?

(1) 2 3 4 ... 257 »
 Novità sezioni:
FISICA E SUA STORIA (Archivio)

DIDATTICA DELLA FISICA E DELLE SCIENZE (Archivio)

PROBLEMI DELLA SCUOLA (Archivio)

Ultimi articoli:

La Buona Scuola ? Le sciocchezze padronali di Renzi e Giannini di Roberto Renzetti

Per riavviare l'elaborazione di una riforma del sistema di istruzione di Filippo Ottone

PROPOSTE PER LA SCUOLA E L'UNIVERSITÀ: IL CORAGGIO DI ANDARE CONTROCORRENTE di ALTERNATIVA

La scuola al servizio dei mercati di Roberto Renzetti

Le domande UE sulla scuola italiana di Roberto Renzetti

La scuola. Ma cos'è ? di Roberto Renzetti

SCUOLA: dieci anni dopo le riforme liberiste di Roberto Renzetti

La prova che Berlinguer ha ubbidito all'OCSE per riformare la scuola di Roberto Renzetti e OCSE

Il Paese cancellato di Roberto Renzetti

La scuola dell'autonomia di Roberto Renzetti

Scuola e mercato nel mondo globalizzato (Parte seconda)

La scuola dell'ignoranza

La scuola sotto attacco

A che servono i pedagogisti ?

SCIENZA E SOCIETA' (Archivio)

Ultimi articoli:

Stati di aggregazione stabili del Trinomio Informazione-Energia-Materia in Natura di Ferruccio Sorrentino

Il grande esempio di Margherita Hack e i limiti della scienza di Angelo Baracca

Analisi e prime valutazioni dell’incidente di Fukushima di Angelo Baracca e Giorgio Ferrari

Per comprendere cosa accade nelle centrali nucleari giapponesi di Roberto Renzetti

The “go-and-stop” of the Italian civil nuclear programs, among improvisations, ambitions, and conspiracies di Angelo Baracca, Giorgio Ferrari, Matteo Gerlini, Roberto Renzetti

La storia di Felice Ippolito di Roberto Renzetti

Il grande affare nucleare di Roberto Renzetti

"Anche senza Mattei ..." di Giuseppe Casarrubea e Mario J. Cereghino

Storia della politica scientifica ed energetica italiana dal 1945 ai giorni nostri di Roberto Renzetti

Il nucleare degli sciocchi ed irresponsabili apprendisti stregoni di Roberto Renzetti

Cercando di decifrare il libro dei sogni (o degli incubi) dei faraonici programmi nucleari di Angelo Baracca

Un'ampia rassegna su quanto c'è da sapere sulla scelta nucleare, sulle sue lobbies, sul suo mercato e sulle altre possibili alternative al petrolio

SCIENZA E FEDE (Archivio)
SCIENZA E FILOSOFIA (Archivio)
ISRAELE/PALESTINA (Archivio)

Ultimi articoli:

La marcia verso la guerra di Mahdi Darius Nazemroaya

I disastri del colonialismo a cura di Roberto Renzetti

L'armamento nucleare di Israele di AA. VV.

Il terrorismo di Israele di Paolo Barnard e Serge Thion

GUERRA (Archivio)
LA MEMORIA (Archivio)
VARIA UMANITA' (Archivio)




I contenuti del sito sono rilasciati sotto Licenza Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5
FISICAMENTE.net non è un periodico e quindi non soggetto alla legge sull'editoria 62/2001. Per informazioni e contatti inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica: fisicamente[togli questo]@fisicamente.net