logo

Rivista di fisica, didattica della fisica, storia della fisica, fisica e filosofia,
problemi della scuola, ambiente, fede e ragione, varia umanità

di Roberto Renzetti

 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora! Attenzione: per inviare commenti agli articoli e notizie in SpazioAperto è necessario registrarsi
 8 per mille:
 Menù principale
Home

Archivio mensile editoriali

Rubriche SpazioAmici

Chi sono

Contattami

FAQs

 

La rivista elettronica FISICAMENTE è nata per raccogliere la trascrizione degli oltre cento articoli da me scritti e pubblicati nell’ambito della mia attività di docente e ricercatore. A questi lavori ne aggiungerò via via degli altri che scriverò, quelli di vari collaboratori ed altri che riterrò di interesse.

FISICAMENTE è aperta ad ogni collaborazione sui temi trattati. Chi vorrà potrà inviarmi i suoi lavori che saranno valutati per l’eventuale pubblicazione che avverrà comunque sotto la completa responsabilità degli autori senza che essa impegni in alcun modo la rivista. Una sola e semplice avvertenza: quanto qui riportato non è soggetto a diritti d’autore ma non è utilizzabile a fini commerciali. Si richiede a chi usi queste pagine la sola cortesia di citarne la fonte:

www.fisicamente.net

 Roberto Renzetti

PS. Non inviate quesiti e problemi di fisica da risolvere così come l’elaborazione di nuove ed importanti teorie non altrove comprese. Non sono in grado di risolvere problemi o giudicare teorie.

VAI ALLA POLICY


Impresentabili : BONINO BONA PER TUTTI (MA SEMPRE A DESTRA)
Inviato da R il 3/3/2018 17:02:10 (644 letture)

Elezioni, quando Emma Bonino a Strasburgo era alleata con Le Pen e la destra
+Europa - La lista di Bonino (e Tabacci) sarà la sorpresa delle urne secondo molti analisti
di Tommaso Rodano | 3 marzo 2018 | da il Fatto Quotidiano


La camaleontica carriera di Emma Bonino è stata ampiamente documentata durante questa campagna elettorale. Undici legislature dal 1976: 8 in Italia e 3 in Europa. Innumerevoli incarichi di governo, alleanze variabili (da Berlusconi a Prodi) e soluzioni ardite: ora per saltare la raccolta firme si è appoggiata all’ex Dc Bruno Tabacci. C’è però un episodio rimasto fuori dai ritratti politici. Nel 1999 nel Parlamento di Strasburgo Bonino e i suoi hanno seduto a fianco dei 5 eletti del Front National di Le Pen. Non la “moderata” Marine, ma l’assai più radicale (non in senso boniniano) papà Jean-Marie.

La madrina di +Europa con gli euroscettici post fascisti. La collaborazione col Front National nasceva da un’esigenza tecnica: riuscire a formare un gruppo parlamentare autonomo. Il “Gruppo tecnico dei deputati indipendenti” in cui confluirono i 7 eletti della Lista Bonino (tra cui, oltre Emma, il promotore di +Europa Benedetto Della Vedova) ha ospitato anche 3 eurodeputati della Lega Nord e uno del Msi-Fiamma Tricolore. Dal Belgio, inoltre, vennero a dare manforte due parlamentari del Vlaams Blok, il Blocco Fiammingo, un movimento di estrema destra sciolto pochi anni dopo (nel 2004) a causa di alcune condanne per violazione della legge sul razzismo e per xenofobia. Il “gruppo tecnico” – ribattezzato dai giornali “Bonino-Le Pen” è stato sciolto dopo pochi mesi perché illegittimo (non c’era “affinità politica”), primo e unico caso nella storia del Parlamento europeo. L’assemblea era presieduta da Giorgio Napolitano.

Printer Friendly Page Send this Story to a Friend
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Damiano
Inviato: 6/3/2018 23:05  Aggiornato: 11/3/2018 12:56
Allievo
Iscritto: 21/5/2008
Da:
Inviati: 32
 Re: BONINO BONA PER TUTTI (MA SEMPRE A DESTRA)
Non c'è in Italia, mi si creda, un individuo attaccato alla poltrona come la Bonino. Il suo unico scopo è stato sempre quello: la poltrona. Non importa quando, non importa con chi, non importa come, ma l'importante è averla...la poltrona. E ne ha avute questa signora, tutto sommato, più che mediocre di poltrone. Roba da matti! Il partito, poi, che ha retto con Pannella per svariati anni, il PR, ha provocato più danni della grandine. Infatti, ci ha regalato Rutelli, Quagliariello, Capacchione ed un'altra infinità di guai. Tutti esseri inutili ed estremamente dannosi. Non ho mai creduto alle battaglie, si fa per dire, di questa signora. Quando le ha fatte è stato solo per tornaconto personale, solo per restare in vetrina.
Lei ricorda, caro Professore, che sedeva con Le Pen. Le posso assicurare che siederebbe anche col diavolo pur di avere una poltrona. Non si meravigli della cosa. Io la ricordo, invece, ad una trasmissione televisiva, Ballarò. In quell'occasione c'era pure la Finocchiaro, altro personaggio ambiguo e inutile, che ovviamente rappresentava il PD. Il PR della Bonino nessuno se lo filava e la poverina era disperata per ovvie ragioni. Fece un intervento davvero basso, aggettivo usato per non dire altro di estremamente volgare, elemosinando, come dire, quell'apparentamento con il PD che avrebbe consentito al PR l'accesso al parlamento. La cosa avvenne e la Bonino salvò la poltrona.
Nelle ultime elezioni credo che abbia preso il 2,9% non raggiungendo il 3%. Non resterà fuori, ma mi chiedo e me lo chiedo da tempo: a che serve averla dentro?



I contenuti del sito sono rilasciati sotto Licenza Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5
FISICAMENTE.net non è un periodico e quindi non soggetto alla legge sull'editoria 62/2001. Per informazioni e contatti inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica: fisicamente[togli questo]@fisicamente.net