logo

Rivista di fisica, didattica della fisica, storia della fisica, fisica e filosofia,
problemi della scuola, ambiente, fede e ragione, varia umanità

di Roberto Renzetti

 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora! Attenzione: per inviare commenti agli articoli e notizie in SpazioAperto è necessario registrarsi
 8 per mille:
 Menù principale
Home

Archivio mensile editoriali

Rubriche SpazioAmici

Chi sono

Contattami

FAQs

 

La rivista elettronica FISICAMENTE è nata per raccogliere la trascrizione degli oltre cento articoli da me scritti e pubblicati nell’ambito della mia attività di docente e ricercatore. A questi lavori ne aggiungerò via via degli altri che scriverò, quelli di vari collaboratori ed altri che riterrò di interesse.

FISICAMENTE è aperta ad ogni collaborazione sui temi trattati. Chi vorrà potrà inviarmi i suoi lavori che saranno valutati per l’eventuale pubblicazione che avverrà comunque sotto la completa responsabilità degli autori senza che essa impegni in alcun modo la rivista. Una sola e semplice avvertenza: quanto qui riportato non è soggetto a diritti d’autore ma non è utilizzabile a fini commerciali. Si richiede a chi usi queste pagine la sola cortesia di citarne la fonte:

www.fisicamente.net

 Roberto Renzetti

PS. Non inviate quesiti e problemi di fisica da risolvere così come l’elaborazione di nuove ed importanti teorie non altrove comprese. Non sono in grado di risolvere problemi o giudicare teorie.

VAI ALLA POLICY


Chiesa : ERA ORA!
Inviato da R il 1/3/2017 19:59:37 (350 letture)

E' piacevole scoprire che ci si accorga di un fatto che io ed altri denunciamo da anni. Quella Madonna è una truffa alla quale può credere una come Marianna Madia.

Medjugorie, il vescovo di Mostar: la Madonna non è mai apparsa

di Franca Giansoldati da Il Messaggero

Città del Vaticano - Le apparizioni della Madonna di Medjugorie sono una fiction, una gigantesca truffa collettiva, oppure sono davvero frutto di un fenomeno soprannaturale e inspiegabile? Il vescovo di Mostar, Ratko Peric, sul sito della diocesi, ha pubblicato una lunga riflessione dalla quale emerge di avere pochi dubbi: «Sebbene si sia detto che le apparizioni dei primi giorni potrebbero essere ritenute autentiche e che poi sarebbe sopraggiunta una sovrastruttura per altri motivi, in prevalenza non religiosi, questa Curia ha promosso la verità anche riguardo a questi primi giorni». Insomma, tolto l’inizio del fenomeno, quando i bambini raccontavano le visioni e Medjugorie era un paesino sperduto su una collina brulla, tutto il resto è da prendere con le pinze.


L’intervento del vescovo di Mostar è stato pubblicato alla vigilia dell’arrivo nella cittadina bosniaca dell’inviato del Papa, il vescovo polacco scelto per mettere ordine nel ginepraio economico del santuario dove oggi tutto appare come un grande business, gli alberghi, i ristoranti, gli shop, i souvenir. Peric racconta che dopo aver trascritto dai registratori le audiocassette contenenti i colloqui avvenuti, nella prima settimana delle apparizioni (1982) nell'ufficio parrocchiale di Medjugorje, tra il personale pastorale e i ragazzi e le ragazze (che avevano affermato di aver visto la Madonna, «con piena convinzione e responsabilità») ha illustrato i motivi per cui «appare evidente la non autenticità dei presunti fenomeni. Se la vera Madonna, Madre di Gesù, non è apparsa – come infatti non è – allora a tutto sono da applicare le seguenti formule: sedicenti veggenti, presunti messaggi, pretes” segno visibile e cosiddetti segreti».

«Nel corso del mio ministero episcopale, prima da coadiutore (1992/93) e poi da ordinario, con prediche e pubblicazioni di libri (Sedes Sapientiae 1995, Speculum iustitiae 2001, La Madre di Gesù 2015) e di una cinquantina di articoli mariani e mariologici, ho cercato di presentare il ruolo della Beata Vergine Maria nell'incarnazione ed opera del Figlio di Dio e suo Figlio, e la sua intercessione per tutta la Chiesa, di cui lei è Madre secondo la grazia. Nello stesso tempo ho rilevato, come fu fatto anche dal mio predecessore, il vescovo Pavao Žanić, la non autenticità delle apparizioni, che finora hanno raggiunto la cifra di 47.000. Questa Curia ha cercato sempre di informarne la Santa Sede, in particolare i Sommi Pontefici San Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco. Qui riportiamo succintamente una serie di punti inerenti ai primi giorni delle „apparizioni“, per cui siamo profondamente convinti di quanto detto».

Una figura ambigua. La figura femminile che sarebbe apparsa a Medjugorje secondo il vescovo di Mostar si comporta «in modo del tutto diverso dalla vera Madonna, Madre di Dio, nelle apparizioni riconosciute finora come autentiche dalla Chiesa: di solito non parla per prima; ride in maniera strana; a certe domande scompare e poi di nuovo ritorna; obbedisce ai veggenti e al parroco che la fanno scendere dal colle in chiesa sebbene controvoglia. Non sa con sicurezza per quanto tempo apparirà; permette ad alcuni presenti di calpestare il suo velo steso per terra, di toccare la sua veste e il suo corpo. Questa non è la Madonna evangelica».

Martedì 28 Febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: 22:57


_____________________

PS. Per approfondire su fisicamente si può vedere:

www.fisicamente.net/SCI_FED/index-1411.htm

www.fisicamente.net/SCI_FED/index-781.htm

www.fisicamente.net/SCI_FED/index-1327.htm

www.fisicamente.net/portale/modules/news2/article.php?..

www.fisicamente.net/portale/modules/news2/article.php?..

www.fisicamente.net/portale/.../lykos.../index.php?...

www.fisicamente.net/SCI_FED/index-1587.htm

www.fisicamente.net/portale/modules/news2/article.php?...933

www.fisicamente.net/SCI_FED/index-1402.htm

www.fisicamente.net/SCI_FED/index-1412.htm


Printer Friendly Page Send this Story to a Friend
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Sardo1980
Inviato: 28/3/2017 12:08  Aggiornato: 28/3/2017 13:01
esperto
Iscritto: 5/2/2008
Da:
Inviati: 58
 Re: ERA ORA!
“Non ho mai visto la Vergine ai pini e nessun personaggio celeste”. […]

“[Conchita] all’improvviso entrò in estasi” – ricorda Mari Cruz – “quella specie di commedia ci spaventò e pensammo che potesse finir male. Mise in testa a noi tre che lei aveva visto l’angelo.” […]

La pressione ambientale a cui furono sottoposte le giovani sedicenti veggenti fu un fattore determinante per il prolungamento, di quasi tre anni, degli assembramenti di persone che assistevano alle presunte apparizioni. “La gente ci tormentava affinché vedessimo l’angelo e la Vergine, e quei fanatici sono arrivati a redigere anche un messaggio, come era successo sempre nelle altre apparizioni, come a Lourdes o a Fatima. […] Ogni volta che ne ho l’occasione, anche se non la cerco, lo faccio sapere, però non desiderano ascoltare questa verità.”


Cosi affermava in una intervista la Veggente di Garabandal Mari Cruz nel 1984.
Apparizioni non riconosciute dalla chiesa, antesignani di ciò che si è visto a Medjugorje.
Penso a chi come Padre Livio ci crede ciecamente: Che credibilità potrà mai avere quando finiranno nell'oblio come successo a Garabandal?

La storia si ripete e non come farsa.



I contenuti del sito sono rilasciati sotto Licenza Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5
FISICAMENTE.net non è un periodico e quindi non soggetto alla legge sull'editoria 62/2001. Per informazioni e contatti inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica: fisicamente[togli questo]@fisicamente.net