logo

Rivista di fisica, didattica della fisica, storia della fisica, fisica e filosofia,
problemi della scuola, ambiente, fede e ragione, varia umanità

di Roberto Renzetti

 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora! Attenzione: per inviare commenti agli articoli e notizie in SpazioAperto è necessario registrarsi
 8 per mille:
 Menù principale
Home

Archivio mensile editoriali

Rubriche SpazioAmici

Chi sono

Contattami

FAQs

 

La rivista elettronica FISICAMENTE è nata per raccogliere la trascrizione degli oltre cento articoli da me scritti e pubblicati nell’ambito della mia attività di docente e ricercatore. A questi lavori ne aggiungerò via via degli altri che scriverò, quelli di vari collaboratori ed altri che riterrò di interesse.

FISICAMENTE è aperta ad ogni collaborazione sui temi trattati. Chi vorrà potrà inviarmi i suoi lavori che saranno valutati per l’eventuale pubblicazione che avverrà comunque sotto la completa responsabilità degli autori senza che essa impegni in alcun modo la rivista. Una sola e semplice avvertenza: quanto qui riportato non è soggetto a diritti d’autore ma non è utilizzabile a fini commerciali. Si richiede a chi usi queste pagine la sola cortesia di citarne la fonte:

www.fisicamente.net

 Roberto Renzetti

PS. Non inviate quesiti e problemi di fisica da risolvere così come l’elaborazione di nuove ed importanti teorie non altrove comprese. Non sono in grado di risolvere problemi o giudicare teorie.

VAI ALLA POLICY


Impresentabili : LE FOSSE COMUNI PURTROPPO ANCORA DA RIEMPIRE DI QUESTI CRIMINI
Inviato da R il 27/12/2016 20:20:54 (403 letture)

I CRIMINI DEL COMUNISMO

Purtroppo devo riconoscere una cosa contro la quale mi sono sempre battuto: l’ammissione dei crimini del Comunismo.
Ci stavo ripensando in questi giorni ed ho addirittura avuto degli incubi.
Eppure … Accenno a qualcuno dei massimi crimini

Cosa pensare ad esempio di Giorgio Napolitano? L’ex presidente, padre di Renzi, alla testa di varie manovre che solo si possono definire crimini.
E cosa dire di Poletti, il Ministro del lavoro che odia i lavoratori ed i giovani? Ai primi ha tolto ogni garanzia mettendoli alla catena dei Vouchers. I secondi, quando cercano un minimo di salvezza emigrando, li ha giustiziati prendendoli a calci. Un vero grasso crimine di uno che è stato comunista, cigiellino e come tale è diventato Presidente della Lega elle Cooperative, passando per cene al Baobab con Buzzi.


E poi c’è quella donna fantastica che si chiama Fedeli, altra carriera esemplare all’ombra di Marx, Lenin e Mao Tze Dong. Credeva l’ingenua che i suoi intensi studi sul Libretto Rosso e sugli inediti di Marx la laureassero. Purtroppo non c’è la Dittatura del Proletariato e queste sue letture nel liberismo da lei spossato significano solo ignoranza totale. Ma la dolce e tenera fanciulla deve rallegrarsi perché finalmente il merito ha vinto. E lei è un esempio vivente di assoluta ignorante al Ministero dell’Università, della Scuola e della Ricerca. Non è meravigliosa la metamorfosi che, questa volta ha trasformato la farfalla in bruco? Pensate anche a Staino che ha applicato il Jobs Act, togliendo l'articolo 18 al povero Bobo.

Altri crimini sono certamente De Vincenti, Minniti, Finocchiaro, Fassino, Bellanova (altra comunista cigiellina), Romano, Migliore, Giuliano Ferrara.

Non ho ritrovato un bel libro di Giulietto Chiesa e Vauro sullo stesso argomento. Lo cercherò ancora per essere più completo perché. come sapete, i crimini del Comunismo sono come i Rotoloni Regina, non finiscono mai.

Printer Friendly Page Send this Story to a Friend
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Sardo1980
Inviato: 29/12/2016 17:48  Aggiornato: 30/12/2016 15:24
esperto
Iscritto: 5/2/2008
Da:
Inviati: 52
 Re: LE FOSSE COMUNI PURTROPPO ANCORA DA RIEMPIRE DI QUEST...
Poletti schifa il fenomeno della fuga dei cervelli, ma dovrebbe criticare il suo che è proprio un cervello in fuga.
Luciano47
Inviato: 30/12/2016 17:47  Aggiornato: 30/12/2016 19:34
Prof.
Iscritto: 2/1/2010
Da:
Inviati: 137
 Re: LE FOSSE COMUNI PURTROPPO ANCORA DA RIEMPIRE DI QUEST...
...ecco uno dei cervelli che sarebbe" meglio non avere tra i piedi"...quello di Poletti s'intende. Ed è un augurio che mi faccio per il 2017, sopratutto per i miei nipoti.
Colgo l'occasione per augurare al prof. Renzetti ogni bene.
Grazie prof..



Grazie a lei ed a voi tutti che dedicate tempo a leggere ciò che scrivo.
Auguro a tutti voi un buon anno senza questi indegni personaggi che pontificano abbuffandosi alle nostre spalle

Roberto Renzetti
cochis
Inviato: 17/1/2017 19:11  Aggiornato: 18/1/2017 13:40
professore
Iscritto: 27/2/2007
Da: Reggio Emilia
Inviati: 462
 Re: LE FOSSE COMUNI PURTROPPO ANCORA DA RIEMPIRE DI QUEST...
Questo è ormai un mondo a rovescio, senza più punti di riferimento, o solo...puntini.
Gli ex compagni che diventano alfieri del liberismo e si scoprono (ma sarebbero stati lo stesso anche se avessero continuato a chiamarsi comunisti) capaci solo di disprezzare gli altri (vedi esternazioni sui giovani). Dall'altro lato un Papa (con la lettera maiuscola) che riconosce per primo lo stato di Palestina e tuona contro il profitto e il capitale. E dobbiamo aspettare un Trump per sentire qualcuno dire che la NATo è antiquata? Devo controllare la mia bussola, segnerà ancora il nord?
Paolo

Il guaio di un mondo alla rovescia è solo per quelli che non riescono a rovesciarsi.
Hanno solo un continuo mal di testa e si sentono matti perché non capiscono più cosa debbono fare.

Ciao
Roberto
cochis
Inviato: 18/1/2017 22:10  Aggiornato: 20/1/2017 13:03
professore
Iscritto: 27/2/2007
Da: Reggio Emilia
Inviati: 462
 Re: LE FOSSE COMUNI PURTROPPO ANCORA DA RIEMPIRE DI QUEST...
Che fare? Diceva Lenin. Dilemma ora più che mai attuale. Forse è proprio da Lenin (e Marx) che occorrerebbe ripartire. Ma il mondo sembra quantomeno confuso, ha perso la speranza per un mondo diverso e sa solo subire gli oltraggi delle guerre del capitale e le sue logiche economiche che gettano i popoli nella miseria e nella disperazione. Che fare?
Paolo.



I contenuti del sito sono rilasciati sotto Licenza Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5
FISICAMENTE.net non è un periodico e quindi non soggetto alla legge sull'editoria 62/2001. Per informazioni e contatti inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica: fisicamente[togli questo]@fisicamente.net