logo

Rivista di fisica, didattica della fisica, storia della fisica, fisica e filosofia,
problemi della scuola, ambiente, fede e ragione, varia umanità

di Roberto Renzetti

 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora! Attenzione: per inviare commenti agli articoli e notizie in SpazioAperto è necessario registrarsi
 8 per mille:
 Menù principale
Home

Archivio mensile editoriali

Rubriche SpazioAmici

Chi sono

Contattami

FAQs

FORUM

 

La rivista elettronica FISICAMENTE è nata per raccogliere la trascrizione degli oltre cento articoli da me scritti e pubblicati nell’ambito della mia attività di docente e ricercatore. A questi lavori ne aggiungerò via via degli altri che scriverò, quelli di vari collaboratori ed altri che riterrò di interesse.

FISICAMENTE è aperta ad ogni collaborazione sui temi trattati. Chi vorrà potrà inviarmi i suoi lavori che saranno valutati per l’eventuale pubblicazione che avverrà comunque sotto la completa responsabilità degli autori senza che essa impegni in alcun modo la rivista. Una sola e semplice avvertenza: quanto qui riportato non è soggetto a diritti d’autore ma non è utilizzabile a fini commerciali. Si richiede a chi usi queste pagine la sola cortesia di citarne la fonte:

www.fisicamente.net

 Roberto Renzetti

PS. Non inviate quesiti e problemi di fisica da risolvere così come l’elaborazione di nuove ed importanti teorie non altrove comprese. Non sono in grado di risolvere problemi o giudicare teorie.

VAI ALLA POLICY

Scienza e società : RICEVO E PUBBLICO
Inviato da R il 24/1/2014 15:24:40 (1349 letture)

Gennaio 2014

Dal CERN alla Fisica Consolidata : un lungo viaggio…

di Leonardo RUBINO

Cari lettori di Fisicamente, che ormai mi conoscete, sapete bene che continuo a chiedermi se a Ginevra (e a L’Aquila) lo sapevano o no che il prendere in considerazione oggetti (neutrini) più veloci della luce comportasse il rinnegare tutta la fisica consolidata. La domanda, ovviamente, è retorica, in quanto la risposta ce l’hanno già ampiamente fornita pubblicamente. E, infatti, sappiamo tutti come è poi andata a finire.

Come potete verificare alle pagine 16, 17 e 18 del mio file su Fisicamente, al seguente link:

http://www.fisicamente.net/SCI_SOC/UNDICI_SETTEMBRE_ANALFABETISMO_SCIENTIFICO.pdf

in natura, un dato campo magnetico esisterebbe solo per certi osservatori e non per altri, dato il loro
diverso status di moto relativo, ma ciò andrebbe, sul momento, a turbare la logica. Nel link sopra
citato, è data banale dimostrazione del fatto che la relatività dello spazio e del tempo fa sì che una
variazione della intensità della forza elettrica tra cariche sia percepita, da un altro osservatore in stato di moto relativo differente, come una nuova forza, apparentemente non più elettrica, da cui il nuovo aggettivo “magnetica”, dato dai pionieri dell’elettromagnetismo (che ancora non
conoscevano la relatività) ben prima della nascita dello stesso Einstein.
Così come, in relatività speciale, la dilatazione del tempo e la contrazione delle lunghezze si hanno
solo col moto, così, in elettromagnetismo classico, la forza magnetica si ha solo col movimento delle cariche. Ma guarda te, alle volte, le coincidenze... (voglio prevenire eventuali battute di faciloni, che potrebbero obiettare che le calamite, pur stando ferme, offrono un campo magnetico: infatti, esse sono ferme solo ai loro occhi, in quanto, all’interno delle stesse, ci sono cariche elettriche che ruotano in un certo modo…)
La Teoria della Relatività Ristretta va dunque a mettere perfettamente d’accordo le equazioni dell’elettricità e del magnetismo, che vennero formulate molti anni prima, dunque in tempi non sospetti:

http://www.fisicamente.net/FISICA_2/Relativita_Ristretta_Rubino.pdf

Ma la Relatività si regge sulle Trasformazioni di Lorentz e (cose che, palesemente, alcuni, oggi, non
sanno, date le “sortite”, per non dire “sparate”, neutriniche superluminali…) le stesse si reggono sul
principio della velocità limite “c”, e l’elettromagnetismo tutto, che fa funzionare egregiamente tutti
i nostri PC e pure quelli d’oltralpe (e sott’alpe), per quanto appena dimostrato sulla equivalenza tra
forza elettrica e forza magnetica, vuole che la velocità “limite” “c” sia la velocità delle onde elettromagnetiche appunto, ossia la velocità della luce (che è un’onda elettromagnetica, guarda caso…) e non un’altra.
Affermare che la velocità limite possa essere un’altra, diversa da “c”, come peraltro fecero appunto
anche oltralpe e sott’alpe (coi loro neutrini tachionici, che poi, mesi dopo, guarda caso, vennero
rinnegati!!!), col caldeggiamento della notizia da parte di canuti fisici, poi i commenti con la mancata presa di distanze da parte di canute astrofisiche e famosi matematici televisivi sotto la Mole, comporta, come naturale conseguenza, il rinnegamento ed il crollo di tutto
l’elettromagnetismo consolidato, che fa invece funzionare così bene i nostri PC, i nostri cellulari e
le loro costosissimissimissimissimissime strumentazioni elettroniche che usano nei loro laboratori.
Qualcuno potrebbe osservare che i neutrini hanno carica elettrica nulla e, dunque, non sono
coinvolti nell’elettromagnetismo, ma quelle rarissime persone che conoscono la relatività, sanno che noi potremmo utilizzare quei fantomatici neutrini superluminali come strumento per compiere misure di spazio e di tempo in ambiti in cui ci sono cariche elettriche, vanificando così le Trasformazioni di Lorentz, e dunque le entità dei campi magnetici, che abbiamo visto essere effetti relativistici sulle forze elettriche, e dunque scalceremmo via Biot-Savart, i trasformatori elettrici non dovrebbero funzionare più come fanno ora ecc ecc ecc.
Ecco perché io (come potete verificare), alla notizia dei neutrini più veloci della luce, scrissi subito
errore, nei blogs.
Esempio: http://www.fisicamente.net/portale/modules/news2/article.php?storyid=1889

E, mesi dopo, mi diedero definitivamente ragione. Purtroppo, però, molti celebri rappresentanti della scienza ufficiale plaudirono alla notizia di siffatti neutrini.
Links su tali plausi possono essere trovati alla pagina 7, oppure 15, al seguente link:

http://rinabrundu.files.wordpress.com/2012/11/anything-but-superluminal-neutrinos-and-divine-bosons-by-leonardo-rubino.pdf

Ciò fu molto grave…………….

Saluti.

Leonardo

Printer Friendly Page Send this Story to a Friend
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Rubino
Inviato: 2/2/2014 15:50  Aggiornato: 2/2/2014 18:36
Matricola
Iscritto: 25/9/2011
Da:
Inviati: 6
 Re: RICEVO E PUBBLICO-ENGLISH VERSION
January 2014

From CERN to Well Established Physics-a very long travel… Leonardo RUBINO

Dear readers of Fisicamente, you know I go on asking myself if in Geneva (and in L’Aquila) they knew that taking into consideration objects (neutrinos) faster than light meant the denial of all well-established physics; also classic physics (classic electromagnetism), not only the special relativity. Such a question, of course, is rhetorical, as they have already provided us with full and public answers. In fact, we all know how all this ended up.

As you can see on pages 16, 17 and 18 of my pdf file on Fisicamente, at the following link:

http://www.fisicamente.net/SCI_SOC/UNDICI_SETTEMBRE_ANALFABETISMO_SCIENTIFICO.pdf

in nature, a given magnetic field would exist only for some observers and not for the others, due to their different state of relative motion, but all this would trouble the logic of things. In the above link I give an easy proof that relativity of space and time makes a change in the intensity of the electric force to be felt as a new force, by another observer in a different state of relative motion, and this force isn’t apparently electric anymore; from this comes the new word “magnetic”, given by pioneers of electromagnetism (who didn’t know the relativity, yet) and before Einstein himself was born.
As well as, in special relativity, time dilation and contraction of lenghts take place only by motion, in classic electromagnetism you can have a magnetic force only by the motion of charges, as chance would have it…
(here I want to reject in advance any criticisms by not so well educated people who could assert magnets, despite their non moving state, establish a magnetic field around themselves; in fact, they are non moving only to their eyes, as inside those magnets there are electric charges spinning in a certain way…)
Restricted Theory of Relativity is so establishing a perfect agreement between equations of electricity and of magnetism, which were written many years before, so in times which had nothing to do with relativity:

http://www.fisicamente.net/FISICA_2/Relativita_Ristretta_Rubino.pdf

But Relativity holds on to Lorentz Transformations and (what someone doesn’t clearly know, due to their superluminal boastings…) they hold on to the limit speed “c” principle and the whole electromagnetism, which makes work very well all our PCs and also those beyond the Alps (and underAlps), for all what just proved on the equivalence of electric and magnetic forces, states the “limit” speed “c” must be that of the electromagnetic waves indeed, i.e. the speed of light (which is an electromagnetic wave, as chance would have it…) and not another one.
Asserting that the limit speed can be another one, different from “c”, as was done beyond the Alps and underAlps (by their tachyon neutrinos which were denied and rejected, months later, as chance would have it!!!) with a backing up of that news by white-haired physicists, then comments with missing distance (to be kept) from white-haired astrophysicists and famous TV mathematicians under the Mole, causes, as a natural consequence, the denial and the free falling of all the well-established electromagnetism, which (on the contrary) makes work so fine all our PCs, our smartphones and their very very very expensive instrumentations and equipments they use in their laboratories.
Someone could say neutrinos have no electric charge and so they are not involved in the electromagnetism, but those very few people who know relativity know that we could use such mysterious superluminal neutrinos as a tool to carry out measurements of space and time in environments in which there are electric charges, so making the Lorentz Transformations fruitless; in such a way, all this will also spoil the intensities of the magnetic fields, and we proved they are relativistic effects on electric forces, and so doing we would kick away Biot-Savart, than the transformers wouldn’t work anymore as they do now etc.
That’s why (as you can see by yourself) I immediately wrote “error” on blogs, after having heard of the news on faster than light neutrinos.

For instance: http://www.fisicamente.net/portale/modules/news2/article.php?storyid=1889

And months later I was finally right. Unfortunately, many famous representatives of the official science welcomed, somehow, the news on so featured neutrinos.
Links on such a welcome can be found on pages 7, or 15, at the following link:

http://rinabrundu.files.wordpress.com/2012/11/anything-but-superluminal-neutrinos-and-divine-bosons-by-leonardo-rubino.pdf

All this was very bad for science…………….

Regards.

Leonardo Rubino.
leonrubino@yahoo.it



I contenuti del sito sono rilasciati sotto Licenza Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5
FISICAMENTE.net non è un periodico e quindi non soggetto alla legge sull'editoria 62/2001. Per informazioni e contatti inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica: fisicamente[togli questo]@fisicamente.net