logo

Rivista di fisica, didattica della fisica, storia della fisica, fisica e filosofia,
problemi della scuola, ambiente, fede e ragione, varia umanità

di Roberto Renzetti

 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora! Attenzione: per inviare commenti agli articoli e notizie in SpazioAperto è necessario registrarsi
 8 per mille:
 Menù principale
Home

Archivio mensile editoriali

Rubriche SpazioAmici

Chi sono

Contattami

FAQs

 

La rivista elettronica FISICAMENTE è nata per raccogliere la trascrizione degli oltre cento articoli da me scritti e pubblicati nell’ambito della mia attività di docente e ricercatore. A questi lavori ne aggiungerò via via degli altri che scriverò, quelli di vari collaboratori ed altri che riterrò di interesse.

FISICAMENTE è aperta ad ogni collaborazione sui temi trattati. Chi vorrà potrà inviarmi i suoi lavori che saranno valutati per l’eventuale pubblicazione che avverrà comunque sotto la completa responsabilità degli autori senza che essa impegni in alcun modo la rivista. Una sola e semplice avvertenza: quanto qui riportato non è soggetto a diritti d’autore ma non è utilizzabile a fini commerciali. Si richiede a chi usi queste pagine la sola cortesia di citarne la fonte:

www.fisicamente.net

 Roberto Renzetti

PS. Non inviate quesiti e problemi di fisica da risolvere così come l’elaborazione di nuove ed importanti teorie non altrove comprese. Non sono in grado di risolvere problemi o giudicare teorie.

VAI ALLA POLICY


Israele/Palestina : CONTINUERANNO I MASSACRI SENZA CHE NESSUNO TENTERA' DI FERMARLI PER SEMPRE
Inviato da R il 18/11/2012 9:55:18 (753 letture)

Tra gli elementi che prova a dare Casarrubea ne manca, credo, uno: il popolo d'Israele nasce con la tara di un Dio criminale. Vuole che il suo popolo faccia guerre e non già per vincere e basta ma PER STERMINARE. La lettura dekl Vecchio Testamento sarebbe una fonte eccellente per capire.
R
________________

http://casarrubea.wordpress.com/2012/11/18/la-guerra-eterna-di-israele/

La guerra eterna di Israele
Posted on 18 novembre 2012 by casarrubea

Dalla nascita dello Stato di Israele a oggi, l’intera umanità ha assistito, e chissà per quanto tempo ancora dovrà farlo, a una sequenza senza fine di stragi.

Frutto di guerre più o meno dichiarate e sopportate dall’Occidente, persistenti e cronicizzate, come un male incurabile. Hanno tolto ogni senso alla ragione e alla convivenza pacifica tra i popoli, e hanno reso plausibile quasi un’incoscia volontà primitiva di aggressione di uomini contro uomini. Un istinto primordiale di autodistruzione, di volutas dolendi, di scomparire. Non c’è ragione alcuna, infatti, al perpetuarsi di una condizione di sempre più grave imbarbarimento delle relazioni tra i singoli e i popoli che possa essere spiegata come dato psicologico, inerzia dello spirito, istinto di sopravvivenza, paura del vicino.


A pensarci bene, altre sono le ragioni di questo incubo senza fine. Non le troviamo nelle popolazioni e nel loro bisogno di pace, ma nelle decisioni del più forte, di chi pensa di potere fare a meno persino della volontà unanime dell’Onu e di tutti i Paesi del mondo circa le condizioni necessarie alla coesistenza in quella landa nodale del Medio Oriente dove dovrebbero coesistere popoli che hanno storie e culture diverse e che hanno tutti, senza distinzioni di sorta, gli stessi diritti.

I termini di questa coesistenza sono stati più volte definiti all’unanimità dai Paesi dell’Onu, ma non per questo Israele, forte della sua potenza, ha desistito dal perseverare in una guerra sempre più aggressiva, senza futuro e senza speranza per la sua stessa sopravvivenza. E’ una demolizione continua, un ritorno ciclico a fatti primitivi e primordiali.

In queste ultime ore sono continuati i raid aerei sulla striscia di Gaza, è stato colpito il quartiere generale di Hamas, Israele ha mobilitato 75 mila soldati per un attacco antipalestinese via terra, dando così seguito all’inizio in grande stile dell’ennesima offensiva bellica, avviata mercoledì scorso con l’uccisione del comandante militare di Hamas, Ahmed Jaabari.

La Palestina è ridotta allo stremo. Non ha più ospedali che possano contenere le centinaia di feriti causati da questa nuova guerra. Ma non sarà l’oggettiva debolezza dei palestinesi a piegarsi all’uso della forza da parte di Israele. Tutto il mondo, con le sue diplomazie, è in fermento. Lo sono soprattutto i Paesi arabi, a cominciare dall’Egitto, per finire al ministro della difesa iraniano Ahmad Vahidi. Ieri la Striscia di Gaza è stata visitata dal premier egiziano Hisham Kandil, e oggi dal ministro degli Esteri tunisino Rafik Abdessalem. Il ministro iraniano sollecita da parte sua “azioni di rappresaglia” contro Israele. Perché la sua azione è “illegittima e inaccettabile” e perché a nessun Paese può essere concessa “l’immunità totale” o di collocarsi “al di sopra del diritto internazionale”.

E si sa, violenza produce violenza, e non è per niente vero che se vuoi la pace devi preparare la guerra, come dicevano i Romani.

E’ più logico pensare che con la crisi dell’idea che ci possa essere un Paese guida che assuma il comando della gendarmeria mondiale, cresca il solidarismo tra i popoli che si battono per la loro libertà e per la loro autonomia. E’ anc he facile pensare che la forza si trasformi in un boomerang contro chi pensa di risolvere le ragioni del diritto con i missili e gli eserciti. Ha fatto i conti male.

Giuseppe Casarrubea

Printer Friendly Page Send this Story to a Friend
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Lettore
Inviato: 18/11/2012 11:02  Aggiornato: 18/11/2012 11:45
 Re: CONTINUERANNO I MASSACRI SENZA CHE NESSUNO TENTERA�...
Questa cosa non la capirò mai, si confrontano anche due religioni ma tu parli sempre della stessa..e il dio di amore del Corano? Ma te lo sei letto? Gli atei come noi paragonati a bestie, l'incitazione a terrorizzare in nemici e a menare senza pietà le donne, a massacrare i nemici dell'islam.
Chissa se farai mai una disamina pure di quel testo sacro, ci sono ottime traduzioni sai

Cara Viali, non capisco perché per parlare di un crimine occorre confrontarlo con un altro.
Ma se vuoi ti dico che il Corano si ispira esattamente allo stesso Dio del Vecchio Testamento. Lo dice Maometto in modo esplicito. Non ho letto tutto il Corano perché è in massima parte poco comprensibile, tanto poco che ha letture diverse da vari gruppi diversi di musulmani.
Ne parlo nel mio ultimo libro.

Riguardo ai crimini di tutte e tre le religioni monoteiste che discendono dal Vecchio Testamento non saprei scegliere il vincitore.
Diciamo che vincono tutte e tre ex-aequo.
Cari saluti
Roberto
Lettore
Inviato: 18/11/2012 12:14  Aggiornato: 18/11/2012 12:17
 Re: CONTINUERANNO I MASSACRI SENZA CHE NESSUNO TENTERA�...
Io ho letto l'intero Corano edizione integrale della Tascabili economici Newton, ed compreso le note di commento di Hamza Piccardo , che sono poi la cosa più interessante, e si capisce benissimo ( anche dove vuole parare).

Poi anche se una religione predicasse tutto il meglio gli uomini ne farebbero comunque uno strumento di potere e prevaricazione...ho scritto uomini e non donne perchè credo che siamo meno ossessionate dal potere , non a caso siamo le nemiche numero uno di tutte le religioni.
Ciao



I contenuti del sito sono rilasciati sotto Licenza Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5
FISICAMENTE.net non è un periodico e quindi non soggetto alla legge sull'editoria 62/2001. Per informazioni e contatti inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica: fisicamente[togli questo]@fisicamente.net