logo

Rivista di fisica, didattica della fisica, storia della fisica, fisica e filosofia,
problemi della scuola, ambiente, fede e ragione, varia umanità

di Roberto Renzetti

 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora! Attenzione: per inviare commenti agli articoli e notizie in SpazioAperto è necessario registrarsi
 8 per mille:
 Menù principale
Home

Archivio mensile editoriali

Rubriche SpazioAmici

Chi sono

Contattami

FAQs

 

La rivista elettronica FISICAMENTE è nata per raccogliere la trascrizione degli oltre cento articoli da me scritti e pubblicati nell’ambito della mia attività di docente e ricercatore. A questi lavori ne aggiungerò via via degli altri che scriverò, quelli di vari collaboratori ed altri che riterrò di interesse.

FISICAMENTE è aperta ad ogni collaborazione sui temi trattati. Chi vorrà potrà inviarmi i suoi lavori che saranno valutati per l’eventuale pubblicazione che avverrà comunque sotto la completa responsabilità degli autori senza che essa impegni in alcun modo la rivista. Una sola e semplice avvertenza: quanto qui riportato non è soggetto a diritti d’autore ma non è utilizzabile a fini commerciali. Si richiede a chi usi queste pagine la sola cortesia di citarne la fonte:

www.fisicamente.net

 Roberto Renzetti

PS. Non inviate quesiti e problemi di fisica da risolvere così come l’elaborazione di nuove ed importanti teorie non altrove comprese. Non sono in grado di risolvere problemi o giudicare teorie.

VAI ALLA POLICY


Recensioni

Pagina iniziale »» Economia

GILLES DAUVÉ [JEAN BARROT], - "Le Roman de nos origines. Alle origini della critica radicale, " (Quaderni di Pagine Marxiste, Milano, 2010) 2010 Le più viste
(6380 letture)
Links collegati
LETTURE DI COUNTDOWN
GILLES DAUVÉ [JEAN BARROT], Le Roman de nos origines. Alle origini della critica radicale, A cura di Fabrizio Bernardi, Dino Erba, Antonio Pagliarone, Quaderni di Pagine Marxiste, Milano, 2010. 304 pagine.


La pubblicazione de Le Roman des nos origines avviene con spaventoso ritardo. Avremmo dovuto fare i conti con l’ultragauche nostrana e d’oltralpe già da molto tempo, ma una sorta di sano rifiuto del passato e la curiosità alimentata da un’evoluzione sociale ed economica connotata da un totale imbarbarimento, ci hanno distratto.
Ci siamo precipitati a scavare come talpe isteriche per registrare tutte le informazioni possibili su quello che veniva definito «movimento dell'ultrasinistra» (anche se questo termine oggi è diventato molto ambiguo) che aveva le sue basi nel Comunismo dei Consigli e in seguito nel gruppo che ruotava attorno alla rivista francese Socialisme ou Barbarie, nella tendenza Situazionista e Camattiana (una sorta di bordighismo sui generis) dalle quali si sono originati i piccoli raggruppamenti rivoluzionari sorti alla ribalta con il Maggio francese. Queste tendenze sono state espresse da alcune micro-esperienze, pressochè ignote, anche in Italia. Intendiamo con questo volume provocare quasi quarant’anni dopo una sorta di déjà vu proprio per poterci mettere alle spalle un’esperienza che ha prodotto non solo dei fallimenti, ma anche autentiche tragedie individuali, causate da un clima di attivismo frenetico, accompagnato da «delirio di onnipotenza». I rivoluzionari di ogni tempo (o presunti tali) hanno puntualmente preso dei grossi abbagli circa le dinamiche dell’accumulazione del capitale ma Gille Dauvè, alias Jean.Barrot, in tempi non sospetti, cioè nei primi anni Settanta, ha fornito un contributo, quasi unico nello stile, al superamento dei luoghi comuni di certa sinistra e ultrasinistra, ma purtroppo con eccessivo anticipo. La sua critica radicale all’ideologia leninista nel testo Il Rinnegato Kautsky ed il suo discepolo Lenin, è stata accompagnata da Contributo alla critica dell’ideologia ultrasinistra, nel quale venivano messe in discussione anche l’ideologia consiliarista e la sua contrapposizione alle altre tendenze del marxismo delle minoranze. Autre Temps che sicuramente non torneranno ma resta la necessità di una critica radicale anche oggi solo che dovrebbe assumere connotati completamente diversi visto che ormai Capitalism is Dead ma manca una iniziativa della controparte volta al suo totale superamento e a poco servono le moderne fantasie ultraradicali quando non si hanno le idee chiare sulle dinamiche che caratterizzano i nostri tempi
Purtroppo Dauvè, che ha abbandonato il vecchio pseudonimo di Barrot, è caduto oggi nella trappola in cui sono finiti in molti; ha cioè preso per buoni alcuni dei luoghi comuni veicolati dalla pubblicistica degli ultimi vent’anni. Dopo alcune lettere scambiate con lui, nelle quali cercavo di spostare l’attenzione sull’analisi empirica, ho dovuto constatare che Dauvè, come del resto la maggior parte degli “osservatori”, fa l’errore di considerare l’analisi economica come un mero prodotto del capitalismo mentre l’utilizzo dell’evidenza empirica potrebbe costituire l’ossatura della Nuova Critica Radicale che manderà in soffitta tutte le chincaglierie del passato.



Il libro può essere richiesto direttamente ai curatori:
Fabrizio Bernardi, Bologna: marinusvanderlubbe11@gmail.com
Dino Erba, Milano: dinoerba@libero.it
Antonio Pagliarone, Milano: antonio.pagliarone@fastwebnet.it,
- A Pagine Marxiste: redazione@paginemarxiste.it
- Il libro costa: 15 €, spese di spedizione comprese.


Indice
INTRODUZIONE
Dino Erba, Le Roman de nos origines, 27 anni dopo 7
PARTE PRIMA
Comprensione della controrivoluzione e ripresa rivoluzionaria
Capitolo I - Dalla Sinistra comunista tedesco-olandese
a «Socialisme ou Barbarie» 19
- Scheda: La Sinistra comunista tedesco-olandese
e il comunismo dei consigli 28
Capitolo II - La Sinistra comunista «italiana» e Bordiga 40
- Scheda: La Sinistra comunista «italiana» 46
Capitolo III - Verso una ripresa rivoluzionaria? 58
- Scheda: Scioperi e agitazioni operaie nei primi anni Settanta 77
Capitolo IV - L’Internazionale Situazionista 83
- Scheda: Dalla critica dell’arte alla rivoluzione sociale 89
Capitolo V - «La‭ ‬Vieille Taupe» 100
PARTE SECONDA
Storia e piccola storia degli ultimi quindici anni (1968-1983)
Capitolo VI - Millenovecentosessantotto 105
Capitolo VII - Dopo il Maggio 121
- Scheda: L’ultragauche in Francia 130
Capitolo VIII - Millenovecentosettantadue 134
- Scheda: L’ultragauche nel mondo, alcuni esempi 144
Capitolo IX - L’affaire Puig Antich 156
- Scheda: L’affaire Puig Antich e l’ultragauche spagnola 162
Capitolo X - Crisi e autonomia 166
PARTE TERZA
Il Romanzo prosegue …
Gilles Dauvé, Dalla Sinistra Comunista alla «comunizzazione» 185
Karl Nesic, Comunizzazione, ma …
Premessa di Fabrizio Bernardi 203
APPENDICE I
Cosa accadeva nel mondo?
«Le Roman» in salsa italiana 215
C’era una volta in America 237
Dall’Oriente con furore 244
APPENDICE II
Interventi critici
Antonio Pagliarone, Miseria dell’ideologia 253
Antonio Pagliarone, Sulle teorie della crisi 262
APPENDICE III
Due lettere di Anton Pannekoek a «Socialisme ou Barbarie»
Antonio Pagliarone, Archeologie d’ultragauche 275
Prima lettera di Anton Pannekoek a «Socialisme ou Barbarie» 278
Seconda lettera di Anton Pannekoek a «Socialisme ou Barbarie» 283
DIAGRAMMI STORICI 287
SIGLE 293
INDICE DEI NOMI 296
INDICE DEI PERIODICI 302


- R
Altri Economia nelle recensioni
Altre recensioni da R






I contenuti del sito sono rilasciati sotto Licenza Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5
FISICAMENTE.net non è un periodico e quindi non soggetto alla legge sull'editoria 62/2001. Per informazioni e contatti inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica: fisicamente[togli questo]@fisicamente.net