FISICA/MENTE

 

http://www.attivissimo.net/antibufala/madonne/pareidolia.htm 

Madonne o macchie sui muri?

© 2005 by Paolo Attivissimo. Some rights reserved.

Indagine iniziale: 23/4/2005. Ultimo aggiornamento: 29/4/2005.


Immagini misteriose

Perché compaiono immagini religiose e altri simboli divini sui muri, nelle volute di fumo e in altri luoghi? C'è chi ritiene siano manifestazioni del divino. C'è tuttavia una spiegazione più semplice, che non solleva la domanda del perché un dio dovrebbe prendersi gioco dei fedeli schizzando immagini sfocate di se stesso su un pezzo di toast o in una macchia di umidità.

Esiste un processo psicologico denominato pareidolia: la tendenza a cercare schemi ordinati e familiari nel disordine. E' la stessa tendenza che ci permette di "scorgere" un drago in una nuvola o un volto nella superficie della Luna. Inoltre abbiamo un riconoscimento innato estremamente radicato per i volti e le sembianze umane: è per questo che i neonati sono attratti immediatamente da un viso o da qualsiasi oggetto che somigli anche soltanto vagamente a un viso. Bastano due punti e una riga per rappresentare un viso, donde il successo delle "faccine" nei messaggi di posta e negli SMS. Faccine come quella che trovate alla fine di questa frase (se non la scorgete, inclinate la testa verso sinistra di novanta gradi). 

Al resto ci pensa il fervore religioso. Una vaga disposizione di chiazze chiare e scure che ricorda, con un po' di sforzo, un volto o un corpo viene "riconosciuto" come la Madonna o il volto di Dio (perché chi altri avrebbe il supremo potere di imprimere la propria immagine su una macchia di muffa?). In realtà la somiglianza è così vaga che potrebbe trattarsi di un'immagine di chiunque. E' per questo che non compaiono mai immagini di Che Guevara o di una locomotiva.

Ma perché queste immagini continuano ad apparire? Non è già questa una prova che c'è sotto qualcosa di miracoloso? Anche qui c'è una spiegazione psicologica abbastanza semplice: siamo selettivi nel notare le cose. Notiamo l'ordine nel disordine, per cui se al Lotto estraggono i numeri 1, 2, 3, 4, 5 ci sembra un'anomalia incredibile, quando in realtà quella sequenza ha la stessa probabilità di ogni altra. Nella nostra vita quotidiana ci imbattiamo in milioni di forme casuali: volute di fumo, nubi, automobili parcheggiate, folle, ombre sui muri, macchie di muffa. Ma notiamo e ricordiamo soltanto quelle che riteniamo in qualche modo "speciali" e ci dimentichiamo delle altre. In altre parole, notiamo queste immagini "divine" e scartiamo tutte le altre forme indistinte.

Ho raccolto un po' di immagini di presunte apparizioni mistiche trovate in giro per il mondo grazie a Internet. Giudicate voi.

La Madonna che prega (Chicago, 10 aprile 2005)

Queste immagini, tratte dalla BBC e da NBC5.com, mostrano una chiazza di colatura (o una Madonna che prega), scorta al sottopassaggio stradale di Fullerton Avenue, sulla Kennedy Expressway, a Chicago.

[immagine di presunta madonna]

[altra immagine della "madonna", fonte AFP e BBC]

La Madonna del Tostapane (2004)

Diane Duyser, dalla Florida, esibisce nel 2004 una fetta di toast che afferma di aver preparato dieci anni prima e che mostrerebbe l'immagine della Madonna. Ma non notate una certa somiglianza con Greta Garbo?

La fetta mistica fu acquistata per 28.000 dollari da un casinò online. Non è che i titolari del casinò siano particolarmente religiosi: è che sono avvezzi a fare qualsiasi cosa che faccia comparire il loro nome nei giornali, e questa storia del toast fece il giro del mondo. Per esempio, lo stesso casinò affitta giovani ragazze che attraversano, più o meno nude e col nome del casinò scritto sui punti strategici, i campi da gioco durante le riprese TV delle partite.

[immagine della fetta di toast, fonte AP]

Gesù compare su un bastoncino di pesce (2004 circa)

Dopo aver sentito della cifra notevole raccolta dalla fetta di toast "divina", Fred Whan, dell'Ontario, ha esibito il proprio campione di cibo miracoloso: un'immagine (lui dice) di Gesù su un bastoncino di pesce, conservato nel freezer da quando fu cucinato nel 2003.

[immagine su bastoncino di pesce]


Gesù su un chapati (2002)

Nel 2002, a Bangalore, in India, su un chapati (un tipo di pane) è comparso un "volto" che i fedeli hanno identificato come quello di Gesù, facendo accorrere migliaia di persone. Il chapati è stato conservato e messo in una teca di vetro.

[Gesù su una fetta di chapati]


Gesù su un'ostrica (2005)

Matteo Brandi, gestore di un bar in Italia, dice di aver trovato l'ostrica, che secondo lui raffigura il volto di Cristo, due anni fa.

[volto su un'ostrica]

Il volto di Gesù nell'ombra delle foglie (2000)

C'è chi sostiene che quest'ombra sulla recinzione di un parcheggio di roulotte mostri il volto di Gesù. L'apparizione, verificatasi a Port Germein, in Australia, ha prodotto un boom turistico. L'ombra è prodotta dalla combinazione di un lampione, di uno steccato di legno e di un albero.

[volto nell'ombra di foglie]

Madonna col Bambino a Boston (2003)

Decine di migliaia di pellegrini si sono presentati al Milton Hospital, vicino a Boston, perché una finestra del terzo piano di un palazzo adibito a uffici mostrava (così si diceva) un'immagine della Vergine con il Bambino. A quanto pare, la forma era il risultato di una perdita di una sostanza chimica presente all'interno della finestra sigillata.

[Madonna col bambino]

La Madonna aleggia sulla folla al funerale dell'Arcivescovo di Westminster (1999)

Quest'immagine, ottenuta da due fotografi che hanno ripreso lo schermo televisivo durante la trasmissione dei funerali del Cardinale Basil Hume, mostrerebbe sulla sinistra, sopra la folla, un'immagine spettrale che alcuni ritengono sia la Madonna.

[madonna al funerale]

L'agnello con la scritta "Allah" in Palestina (2004)

Nel 2004 è nato in Palestina un agnello sul cui vello sembrava esserci la parola araba Allah. Il proprietario, Yahya Atrash, era convinto che si trattasse di un segno divino. L'animale era nato il giorno in cui fu ucciso lo sceicco Ahmed Yassin, leader spirituale di Hamas. Secondo alcune fonti, sull'altro lato dell'agnello c'era la scritta Mohammed, sempre in lettere arabe, ma meno distinte. Ho conservato una copia (PDF) dell'articolo di Yahoo che ne parla.

A titolo di confronto, a destra ho messo quella che mi risulta essere la parola Allah in caratteri arabi (se ho sbagliato, correggetemi!). Giudicate voi.

[foto della "scritta"][scritta araba "Allah"]

[altra foto dell'agnello]

La parola "Allah" in una melanzana (2004)

Il sito inglese Thisisderbyshire.co.uk ha pubblicato, a marzo 2004, un articolo secondo il quale due sorelle di Normanton, Inghilterra, avrebbero trovato la parola Allah scritta in urdu dentro una melanzana. L'articolo non è più disponibile online, ma ne ho conservata una copia in PDF. Purtroppo l'immagine della melanzana non è molto nitida.



Torna alla pagina principale