FISICA/MENTE

 

 

Ma vi rendete conto che questi personaggi sono di gran lunga peggiori di Vanna Marchi? E' inverosimile che esistano dei venditori di tappeti di tale fatta. Personaggi indegni che, nascondendosi dietro la credulità popolare della "vergine" (caz ... ma davvero hanno questi problemi ? sono vissuti  tra e/o generati da baldracche ?). E le gerarchie li lasciano fare, tanto servono anche gli imbecilli a portare acqua al mulino del "vivo da satrapo senza lavorare".

Se questa è la fede e se questa è la "vergine" preferisco donne diverse.


 

 

http://www.verginedegliultimitempi.com/mistico.htm 

Siamo Veramente nell'Anno 2005 dopo Cristo?

Il Calendario Mistico

La Vera nascita di Adamo ed Eva sulla terra

 

 

 

 

Entrando nel Nuovo Regno, il nostro tempo coinciderà finalmente con il tempo di Dio, secondo il calendario mistico, che si riporta con le date reali degli avvenimenti più importanti della vita terrena di Gesù e di Maria, il nuovo Adamo e la nuova Eva che per volontà di Dio hanno rinnovato l’umanità.

Anno 6006 del calendario Cristiano

Il vero calendario Cristiano conta 366 giorni

Gennaio

Febbraio

Marzo

Aprile

Maggio

Giugno

Luglio

Agosto

Settembre

Ottobre

Novembre

Dicembre

1

Ven La Vera nascità di Adamo ed Eva sulla terra

1

Lun

1

Mer

1

Sab

1

Lun

1

Gio

1

Sab

1

Mar

1

Gio

1

Dom

1

Mar

1

Ven

2

Sab

2

Mar

2

Gio

2

Dom

2

Mar

2

Ven

2

Dom

2

Mer

2

Ven

2

Lun

2

Mer

2

Sab

3

Dom

3

Mer

3

Ven

3

Lun

3

Mer

3

Sab

3

Lun

3

Gio

3

Sab

3

Mar

3

Gio

3

Dom

4

Lun

4

Gio

4

Sab

4

Mar

4

Gio

4

Dom

4

Mar

4

Ven

4

Dom

4

Mer

4

Ven

4

Lun

5

Mar

5

Ven

5

Dom

5

Mer

5

Ven

5

Lun

5

Mer

5

Sab

5

Lun

5

Gio

5

Sab

5

Mar

6

Mer

6

Sab

6

Lun

6

Gio

6

Sab

6

Mar

6

Gio

6

Dom

6

Mar

6

Ven

6

Dom

6

Mer

7

Gio

7

Dom

7

Mar

7

Ven

7

Dom

7

Mer

7

Ven

7

Lun

7

Mer

7

Sab

7

Lun

7

Gio

8

Ven

8

Lun

8

Mer

8

Sab

8

Lun

8

Gio

8

Sab

8

Mar

8

Gio

8

Dom

8

Mar

8

Ven

9

Sab

9

Mar

9

Gio

9

Dom

9

Mar

9

Ven

9

Dom

9

Mer

9

Ven

9

Lun

9

Mer

9

Sab

10

Dom

10

Mer

10

Ven

10

Lun

10

Mer

10

Sab

10

Lun

10

Gio

10

Sab

10

Mar

10

Gio

10

Dom

11

Lun

11

Gio

11

Sab

11

Mar

11

Gio

11

Dom

11

Mar

11

Ven

11

Dom

11

Mer

11

Ven

11

Lun

12

Mar

12

Ven La vera Morte di Gesù Cristo

12

Dom

12

Mer

12

Ven

12

Lun

12

Mer

12

Sab

12

Lun

12

Gio

12

Sab

12

Mar

13

Mer

13

Sab

13

Lun

13

Gio

13

Sab Fatima la Rivelazione del calendario Mistico

13

Mar

13

Gio

13

Dom

13

Mar

13

Ven Apertura degli inferi

13

Dom

13

Mer

14

Gio

14

Dom

14

Mar

14

Ven

14

Dom

14

Mer

14

Ven

14

Lun

14

Mer

14

Sab

14

Lun

14

Gio

15

Ven

15

Lun

15

Mer

15

Sab

15

Lun

15

Gio

15

Sab

15

Mar

15

Gio

15

Dom

15

Mar

15

Ven

16

Sab

16

Mar

16

Gio

16

Dom

16

Mar

16

Ven

16

Dom

16

Mer

16

Ven

16

Lun

16

Mer

16

Sab

17

Dom

17

Mer

17

Ven

17

Lun

17

Mer

17

Sab

17

Lun

17

Gio

17

Sab

17

Mar

17

Gio

17

Dom

18

Lun

18

Gio

18

Sab

18

Mar

18

Gio

18

Dom

18

Mar

18

Ven

18

Dom

18

Mer

18

Ven

18

Lun

19

Mar

19

Ven

19

Dom

19

Mer

19

Ven

19

Lun

19

Mer

19

Sab

19

Lun

19

Gio

19

Sab

19

Mar

20

Mer

20

Sab

20

Lun

20

Gio

20

Sab

20

Mar

20

Gio

20

Dom

20

Mar

20

Ven

20

Dom

20

Mer

21

Gio

21

Dom

21

Mar

21

Ven

21

Dom

21

Mer

21

Ven

21

Lun

21

Mer

21

Sab

21

Lun

21

Gio

22

Ven

22 Lun La vera Morte di Gesù Cristo

22

Mer

22

Sab

22

Lun Assunta in cielo della Beata Vergine Maria

22

Gio

22

Sab

22

Mar

22

Gio

22

Dom

22

Mar

22

Ven

23

Sab

23

Mar

23

Gio

23

Dom

23

Mar

23

Ven

23

Dom

23

Mer

23

Ven

23

Lun

23

Mer

23

Sab

24

Dom

24

Mer

24

Ven

24

Lun

24

Mer

24

Sab

24

Lun

24

Gio

24

Sab

24

Mar

24

Gio

24

Dom

25

Lun

25 Gio La vera Nascita di Gesù Cristo 25 SabLa vera Pasqua del Signore

25

Mar

25

Gio

25

Dom

25

Mar

25

Ven

25

Dom

25

Mer

25

Ven

25

Lun

26

Mar

26

Ven

26 Dom Annunciazione di nostro signore Gesù Cristo

26

Mer

26

Ven

26

Lun

26

Mer

26

Sab

26

Lun

26

Gio

26

Sab

26

Mar

27

Mer

27

Sab

27

Lun

27

Gio

27

Sab

27

Mar

27

Gio

27

Dom

27

Mar

27

Ven

27

Dom

27

Mer

28

Gio

28

Dom

28

Mar

28

Ven

28

Dom

28

Mer

28

Ven

28

Lun

28

Mer

28

Sab

28

Lun

28

Gio

29

Ven

29

Lun

29

Mer

29

Sab

29

Lun

29

Gio

29

Sab

29

Mar

29

Gio

29

Dom

29

Mar

29

Ven

30

Sab

30

Mar

30

Gio

30

Dom

30

Mar

30

Ven

30

Dom

30

Mer

30

Ven

30

Lun

30

Mer

30

Sab

31

Dom

31

Ven

31

Mer

31

Lun

31

Sab

31

Gio

Da millenni l’uomo ha cercato di dividere il tempo per ordinarlo a scopo pratico e convenzionale, tuttavia, gli sforzi e gli studi compiuti fino ad oggi non hanno ancora portato ad un calendario perfetto, corrispondente cioè al tempo di Dio (tempo mistico). Sempre per convenzione anche gli avvenimenti storici sono stati catalogati in: a.c. (anteriori alla venuta di Cristo) e d.c. (dopo della venuta di Cristo) , ma questo, nel calendario di Dio non è previsto, è prevista un’unica continuità di tempo da Adamo ai giorni nostri. Il calendario in uso corrente, detto Gregoriano, fu opera di papa Gregorio XIII il quale, lo costituì sulla base di un progetto dell’astronomo Luigi Lillo. Esso comprende sia le feste civili che quelle religiose. Queste ultime si sono sviluppate nel corso dei secoli. Infatti, all’inizio dell’era cristiana, l’unica festa era la Domenica, giorno del Signore, cui fece seguito la celebrazione della Pasqua. Intorno al 523 d.c. il monaco Dionigi il Piccolo fu incaricato di perfezionare i conteggi, per risalire alla data della Pasqua di Resurrezione, sulla base dei dati forniti dal Concilio di Nicea (325 d.c.) il quale, stabilì, che la Pasqua si sarebbe celebrata la domenica seguente il primo plenilunio che viene dopo l’equinozio di primavera, un periodo che oscilla tra il 22 marzo e il 25 aprile. Dionigi allargò i suoi studi fino ad arrivare all’anno e al giorno di nascita di Gesù anche se, ulteriori studi, hanno dimostrato che le sue affermazioni non erano esatte, tant’è, che ancora oggi, la Chiesa festeggia il Natale di Gesù, il 25 dicembre, solo per sostituire, in questa data, la festa pagana del “sole invitto”.

Stabilire quindi una festa religiosa, attraverso il nostro calendario Gregoriano, significa fissare una data, uguale per tutti, anche se non corrisponde alla dimensione mistica del tempo. Secondo l’illustre scienziato Antonino Zichichi non è possibile avere un calendario perfetto, poiché non è possibile calcolare l’esatta inclinazione dell’asse terrestre, rispetto al sole, a causa di variazioni continue sia prevedibili che imprevedibili. Non tutto, dunque, è dato di conoscere all’uomo in modo perfetto senza il superiore intervento di Dio. Anche le rivelazioni date ai profeti, nelle varie apocalissi, restano spesso congelate fino a quando non giunge il tempo di svelare le profezie. Lo stesso dicasi delle visioni di Giovanni Apostolo, descritte nell’apocalisse, il cui significato resta tuttora sigillato.

La Vergine della Rivelazione degli ultimi Tempi ha rivelato ad Antonio tempi e date attinenti anche ai sigilli contenuti nell’apocalisse di San Giovanni Apostolo: la nascita di Adamo (Vedi primo sigillo), la nascita di Gesù (Vedi secondo sigillo), la morte di Gesù (Vedi terzo sigillo). Ha Rivelato, inoltre, che il calendario perfetto conta 366 giorni con sei mesi di giorni 30 e sei mesi di giorni 31. In forza del predetto calendario, il Grande Giubileo, festeggiato dalla Chiesa con l’apertura della Porta Santa, in San Pietro, la notte tra il 24 e 25 dicembre 2000, sarebbe avvenuto, in realtà, il 25/02/2002. Una rivelazione importantissima riguarda la data perfetta della Pasqua cristiana. Essa avviene 33 giorni dopo la morte di nostro Signore Gesù Cristo avvenuta il 22/02/4037 dell’anno mistico e cadrebbe, quindi, il 25 marzo di ogni anno, senza oscillazione. Quando gli evangelisti scrissero di Gesù ravvisarono anche la necessità di elencare la sua genealogia. Questo per far comprendere come nel tempo, e sin dalle origini, Dio era stato accanto all’uomo , per sostenerlo nella lotta contro il male, fino a sacrificare il suo figlio primogenito:Gesù. Riprendendo oggi il discorso degli apostoli e completandolo con le rivelazioni della Vergine degli ultimi tempi, fatte ad Antonio, si ottengono le date e gli avvenimenti che ci preparano al ritorno visibile di nostro Signore Gesù Cristo che ci condurrà finalmente nel nuovo Regno d’amore e di pace, dopo aver sconfitto definitivamente Satana.

A questo punto è importante calcolare l'anno dell'anticristo partendo dal numero della Bestia 666 (Apocalisse 13:16-18).Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; 17e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. 18Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d'uomo. E tal cifra è seicentosessantasei

Moltiplicando questo numero 666 per 3 ( la Santissima Trinità ) si ottiene il 1998 che è l'anno dell'anticristo. In questo stesso anno Dio ha dato ordine ai suoi Angeli di purificare e preparare gli eletti degli ultimi tempi, quelli cioè che porteranno il popolo di Dio alla Nuova Era (Daniele 12, 9-10). Sommando al 1998 il numero 18 (simbolo della metà di un tempo), troviamo l'anno 2016 che decreta il passaggio generazionale dalla vecchia alla Nuova Era.

Apocalisse 10, 4-7

Dopoché i sette tuoni ebbero fatto udire la loro voce, io ero pronto a scrivere quando udii una voce dal cielo che mi disse: "Metti sotto sigillo quello che hanno detto i sette tuoni e non scriverlo". 5Allora l'angelo che avevo visto con un piede sul mare e un piede sulla terra, alzò la destra verso il cielo 6 e giurò per Colui che vive nei secoli dei secoli; che ha creato cielo, terra, mare, e quanto è in essi: "Non vi sarà più indugio! 7 Nei giorni in cui il settimo angelo farà udire la sua voce e suonerà la tromba, allora si compirà il mistero di Dio come egli ha annunziato ai suoi servi, i profeti".

Dividendo ancora l'anno 2016 per 14 (simbolo del calvario di Gesù) troviamo il numero 144 che simboleggia i 144.000 di cui parla San Giovanni nel libro dell'Apocalisse capitolo 14,1- 5. ( Poi guardai ed ecco l'Agnello ritto sul monte Sion e insieme centoquarantaquattromila persone che recavano scritto sulla fronte il suo nome e il nome del Padre suo. 2Udii una voce che veniva dal cielo, come un fragore di grandi acque e come un rimbombo di forte tuono. La voce che udii era come quella di suonatori di arpa che si accompagnano nel canto con le loro arpe. 3Essi cantavano un cantico nuovo davanti al trono e davanti ai quattro esseri viventi e ai vegliardi. E nessuno poteva comprendere quel cantico se non i centoquarantaquattromila, i redenti della terra. 4Questi non si sono contaminati con donne, sono infatti vergini e seguono l'Agnello dovunque va. Essi sono stati redenti tra gli uomini come primizie per Dio e per l'Agnello. 5Non fu trovata menzogna sulla loro bocca; sono senza macchia ).

Riprendendo il discorso genealogico da Adamo ai nostri giorni si contano le seguenti generazioni:

Da Adamo a Noè 14 generazioni

Da Noè ad Abramo 14 generazioni

Da Abramo a Davide 14 generazioni

Da Davide alla deportazione di Babilonia 14 generazioni

Dalla deportazione di Babilonia a Cristo 14 generazioni

Da Cristo a San Francesco d'Assisi

(primo stimmatizzato) 14 generazioni

Da San Francesco ai giorni nostri 14 generazioni.

Cui vanno aggiunti i 14 anni di calvario per l'umanità per un totale di

di 112.....generazioni.

Moltiplicando 112 generazioni per 18 anni (simbolo della metà di un tempo) troviamo nuovamente l'anno 2016

Apocalisse 21,1- 8

Vidi poi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il cielo e la terra di prima erano scomparsi e il mare non c'era più. 2Vidi anche la città santa, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. 3Udii allora una voce potente che usciva dal trono:

"Ecco la dimora di Dio con gli uomini!
Egli dimorerà tra di loro
ed essi saranno suo popolo
ed egli sarà il "Dio-con-loro".
4 - E tergerà ogni lacrima dai loro occhi;
non ci sarà più la morte,
né lutto, né lamento, né affanno,
perché le cose di prima sono passate".

5 - E Colui che sedeva sul trono disse: "Ecco, io faccio nuove tutte le cose"; e soggiunse: "Scrivi, perché queste parole sono certe e veraci.

6 - Ecco sono compiute!
Io sono l'Alfa e l'Omega,
il Principio e la Fine.
A colui che ha sete darò gratuitamente
acqua della fonte della vita.
7 - Chi sarà vittorioso erediterà questi beni;
io sarò il suo Dio ed egli sarà mio figlio.

8 - Ma per i vili e gl'increduli, gli abietti e gli omicidi, gl'immorali, i fattucchieri, gli idolàtri e per tutti i mentitori è riservato lo stagno ardente di fuoco e di zolfo. È questa la seconda morte".

Nel periodo che va dal Grande Giubileo Mistico avvenuto il 25/02/2002 fino al 2016 l'umanità vivrà il suo calvario.

In questi 14 anni, verranno versate le sette coppe dell'ira di Dio

(Apocalisse 16,1- 21)

"Udii poi una gran voce dal tempio che diceva ai sette angeli: "Andate e versate sulla terra le sette coppe dell'ira di Dio. 2 Partì il primo e versò la sua coppa sopra la terra; e scoppiò una piaga dolorosa e maligna sugli uomini che recavano il marchio della bestia e si prostravano davanti alla sua statua. 3 Il secondo versò la sua coppa nel mare che diventò sangue come quello di un morto e perì ogni essere vivente che si trovava nel mare. 4 Il terzo versò la sua coppa nei fiumi e nelle sorgenti delle acque, e diventarono sangue. 5Allora udii l'angelo delle acque che diceva: "Sei giusto, tu che sei e che eri, tu, il Santo, poiché così hai giudicato. 6 Essi hanno versato il sangue di santi e di profeti, tu hai dato loro sangue da bere: ne sono ben degni!". 7 Udii una voce che veniva dall'altare e diceva: "Sì, Signore, Dio onnipotente; veri e giusti sono i tuoi giudizi!". 8 Il quarto versò la sua coppa sul sole e gli fu concesso di bruciare gli uomini con il fuoco. 9 E gli uomini bruciarono per il terribile calore e bestemmiarono il nome di Dio che ha in suo potere tali flagelli, invece di ravvedersi per rendergli omaggio. 10 Il quinto versò la sua coppa sul trono della bestia e il suo regno fu avvolto dalle tenebre. Gli uomini si mordevano la lingua per il dolore e 11 bestemmiarono il Dio del cielo a causa dei dolori e delle piaghe, invece di pentirsi delle loro azioni. 12 Il sesto versò la sua coppa sopra il gran fiume Eufràte e le sue acque furono prosciugate per preparare il passaggio ai re dell'oriente. 13 Poi dalla bocca del drago e dalla bocca della bestia e dalla bocca del falso profeta vidi uscire tre spiriti immondi, simili a rane: 14 sono infatti spiriti di demòni che operano prodigi e vanno a radunare tutti i re di tutta la terra per la guerra del gran giorno di Dio onnipotente. 15 Ecco, io vengo come un ladro. Beato chi è vigilante e conserva le sue vesti per non andar nudo e lasciar vedere le sue vergogne. 16 E radunarono i re nel luogo che in ebraico si chiama Armaghedòn. 17 Il settimo versò la sua coppa nell'aria e uscì dal tempio, dalla parte del trono, una voce potente che diceva: "È fatto!". 18 Ne seguirono folgori, clamori e tuoni, accompagnati da un grande terremoto, di cui non vi era mai stato l'uguale da quando gli uomini vivono sopra la terra. 19 La grande città si squarciò in tre parti e crollarono le città delle nazioni. Dio si ricordò di Babilonia la grande, per darle da bere la coppa di vino della sua ira ardente. 20 Ogni isola scomparve e i monti si dileguarono. 21 E grandine enorme del peso di mezzo quintale scrosciò dal cielo sopra gli uomini, e gli uomini bestemmiarono Dio a causa del flagello della grandine, poiché era davvero un grande flagello".

E suoneranno le 7 trombe che annunceranno i castighi di Dio.

(Apocalisse 8,1-13)

"Quando l'Agnello aprì il settimo sigillo, si fece silenzio in cielo per circa mezz'ora. 2 Vidi che ai sette angeli ritti davanti a Dio furono date sette trombe. 3 Poi venne un altro angelo e si fermò all'altare, reggendo un incensiere d'oro. Gli furono dati molti profumi perché li offrisse insieme con le preghiere di tutti i santi bruciandoli sull'altare d'oro, posto davanti al trono. 4 E dalla mano dell'angelo il fumo degli aromi salì davanti a Dio, insieme con le preghiere dei santi. 5 Poi l'angelo prese l'incensiere, lo riempì del fuoco preso dall'altare e lo gettò sulla terra: ne seguirono scoppi di tuono, clamori, fulmini e scosse di terremoto. 6 I sette angeli che avevano le sette trombe si accinsero a suonarle. 7 Appena il primo suonò la tromba, grandine e fuoco mescolati a sangue scrosciarono sulla terra. Un terzo della terra fu arso, un terzo degli alberi andò bruciato e ogni erba verde si seccò. 8 Il secondo angelo suonò la tromba: come una gran montagna di fuoco fu scagliata nel mare. Un terzo del mare divenne sangue, 9 un terzo delle creature che vivono nel mare morì e un terzo delle navi andò distrutto. 10Il terzo angelo suonò la tromba e cadde dal cielo una grande stella, ardente come una torcia, e colpì un terzo dei fiumi e le sorgenti delle acque. 11 La stella si chiama Assenzio; un terzo delle acque si mutò in assenzio e molti uomini morirono per quelle acque, perché erano divenute amare. 12 Il quarto angelo suonò la tromba e un terzo del sole, un terzo della luna e un terzo degli astri fu colpito e si oscurò: il giorno perse un terzo della sua luce e la notte ugualmente. 1 3Vidi poi e udii un'aquila che volava nell'alto del cielo e gridava a gran voce: "Guai, guai, guai agli abitanti della terra al suono degli ultimi squilli di tromba che i tre angeli stanno per suonare!".

Qui si realizza anche la profezia di Luca:

"La regina del sud sorgerà nel giudizio insieme con gli uomini della nostra generazione e li condannerà, perché essa venne dalle estremità della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco ben più di Salomone c'è qui" (Luca 11,31).

Durante quest'ultimo tempo, grazie alla Vergine della Rivelazione degli ultimi tempi (la donna vestita di sole dell'Apocalisse di San Giovanni Apostolo), Madre dell'umanità e Regina del cielo, "molti saranno purificati, lavati, provati: ma gli empi rimarranno empi; tutti gli empi non comprenderanno, solo i sapienti comprenderanno.( Daniele 12,10) Chiediamo alla Vergine Maria di essere fra i sapienti che sanno cogliere con fede questo momento di purificazione perché attraverso la sua dolce guida possiamo entrare, tutti insieme, nel Nuovo Regno, guardando finalmente a Gesù Risorto, portando nel cuore la gioia per la grandissima grazia che Dio, attraverso di Lei, ha voluto concederci.

Fratelli carissimi, a chiunque voglia aderire alla richiesta della Vergine della Rivelazione degli ultimi Tempi, contenuta nel messaggio del 06/01/2004, sarà inviato gratuitamente il materiale occorrente per la formazione di piccoli cenacoli (anche due o tre persone), nonché le istruzioni per la recita del Santo Rosario. Che Dio benedica tutti .

 

Iscriviti alla Mailing-list per ricevere periodicamente i messaggi della Madonna

Per iscriverti alla Mailing-List invia una e-mail vuota a questo indirizzo

Scrivi la tua Preghiera alla Vergine degli ultimi Tempi

Leggi il libro delle Preghiere


 

Torna alla pagina principale